Vai al contenuto principale

I tormenti interiori della giovane Maria costretta a farsi monaca sono al centro di una passionale narrazione. La messinscena di Guglielmo Ferro, con Enrico Guarneri e Nadia De Luca, fa emergere in Storia di una capinera, celebre romanzo epistolare di Giovanni Verga, il rigido impianto culturale e umano delle famiglie siciliane dell’Ottocento. Perché se Maria è vittima, non lo è dell’amore peccaminoso per Nino che fa vacillare la sua vocazione, ma lo è del vero peccatore ‘verghiano’: il padre Giuseppe Vizzini. Padre che, rimasto vedovo, manda in convento a soli sette anni la primogenita, condannandola all’infelicità. Un uomo che per amore, paura e rispetto delle convenzioni, causa a Maria la morte del corpo e dello spirito. 

 

È il drammatico rapporto padre figlia il nodo della storia della Capinera. La stanza del convento è il centro della scena: Maria non esce da quella prigione, il padre Giuseppe ne è il carceriere. Entrambi dolorosamente vittime e carnefici. Non c’è redenzione per Maria, né per Giuseppe, e nemmeno per noi. Perché la redenzione non appartiene alla Sicilia di Verga. 

Teatro della Pergola

1 ora e 45 minuti circa, intervallo compreso

08 apr 2025 21:00
09 apr 2025 21:00
10 apr 2025 19:00

Biglietti in vendita dal 30 settembre 2024

Storia di una capinera

  • di

    Giovanni Verga

  • adattamento

    Micaela Miano

  • regia

    Guglielmo Ferro

  • con

    Enrico Guarneri, Nadia De Luca

  • con la partecipazione straordinaria di

    Emanuela Muni

  • e (in ordine alfabetico)

    Rosario Marco Amato, Verdiana Barbagallo, Federica Breci, Alessandra Falci, Elisa Franco, Loredana Marino, Liborio Natali

  • scene

    Salvo Manciagli

  • musiche

    Massimiliano Pace

  • costumi

    Sartoria Pipi

  • produzione

    Teatro Abc – Ass. Progetto Teatrando