11 Apr 2018 - 22 Apr 2018

MANDRAGOLA

Firenze / Teatro della Pergola

PRIMA NAZIONALE

I Nuovi fanno rivivere al Teatro Niccolini di Firenze Mandragola di Niccolò Machiavelli per la regia di Marco Baliani. La compagnia dei neodiplomati della Scuola per Attori ‘Orazio Costa’, che ha in gestione la sala di via Ricasoli, si presenta per la prima volta al pubblico con il capolavoro teatrale del ’500, beffa erotica dal sapore boccaccesco, tanto lieve quanto complessa.

Una comicità amara e spietata poiché, se lo scopo dell’agire politico ha una ‘intenzione alta’, i personaggi della Mandragola usano tutte le loro migliori energie e virtù per uno scopo greve e volgare: il soddisfacimento dell’amore sensuale e l’interesse economico.

Approfondimento

10 Apr 2018 - 15 Apr 2018

CITA A CIEGAS

Firenze / Teatro della Pergola

(Appuntamento al buio)

Un sorprendente girotondo di destini

Dopo quattro stagioni di tournée con il Malato Immaginario Andrée Ruth Shammah dirige Gioele Dix – Laura Marinoni, Elia Schilton – Sara Bertelà, Roberta Lanave in Cita a ciegas (Appuntamento al buio) di Mario Diament.
Una produzione Teatro Franco Parenti e Fondazione Teatro della Toscana.

 

Approfondimento

24 Mar 2018 - 30 Mar 2018

IL MERCATO DELLA CARNE | TEATRO GOLDONI

Firenze / Teatro della Pergola

Il mercato della carne è un testo ispirato a “Bassifondi” di Maksim Gorkij, l’opera più spiazzante e allucinata dell’autore russo.

Tutto accade nella sala d’attesa di un Centro per l’impiego, uno dei tanti del nostro paese, in un futuro prossimo non meglio identificato. In questo limbo in cui la speranza in un futuro migliore si mescola alla rabbia di un presente senza dignità, un giovane chiamato il Caporale ha creato un sistema clandestino di privilegi e raccomandazioni a pagamento per far ottenere un colloquio di lavoro a chiunque sia disposto a pagare. Ma questo colloquio non arriva e il prezzo dell’attesa diventa sempre più alto. Qual è il costo etico, emotivo e politico del dover crescere in un mondo che appare senza prospettive?

Lo spettacolo, con ironia caustica e sprazzi d’insospettabile tenerezza, è una radiografia onirica del lato oscuro di una possibile generazione futura, nata orfana dei grandi miti e alla ricerca di nuovi eroi.

Approfondimento

23 Mar 2018 - 29 Mar 2018

DELITTO / CASTIGO

Firenze / Teatro della Pergola

Il racconto tormentato della presa di coscienza di una colpa e di una redenzione.
Dopo il successo di Provando…Dobbiamo Parlare, un nuovo progetto sul “teatro non teatro” di Sergio Rubini con Luigi Lo Cascio. Delitto/Castigo è un viaggio tra i capitoli di uno dei più grandi romanzi mai scritti, facendoci rivivere l’epico Delitto e castigo di Fëdor Dostoevskij.
Un’opera dove non esistono personaggi minori, ma dove ogni figura è portatrice di una voce, di una propria potente visione del mondo. È stato il critico Michail Bachtin a inventare l’espressione “romanzo polifonico” parlando di Dostoevskij: l’autore non interviene mai all’interno del testo per pilotare le coscienze dei suoi personaggi. Ogni personaggio rappresenta in qualche modo un’idea, un’ossessione, un punto di vista sulle cose: è ideologicamente autorevole, autonomo, indipendente dalla visione dell’autore, che non fa altro che seguirne il naturale sviluppo senza intervenire e, soprattutto, senza piegarne la psicologia alle esigenze di trama.
Una produzione Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo, Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

13 Mar 2018 - 21 Mar 2018

IL PIACERE DELL’ONESTÀ

Firenze / Teatro della Pergola

La differenza tra l’essere e l’apparire, tra la ‘maschera’ e chi siamo veramente.
Dopo la felice esperienza di Filumena Marturano, Liliana Cavani torna a dirigere Geppy Gleijeses ne Il piacere dell’onestà di Luigi Pirandello. Con Vanessa Gravina.
La società tiene a distanza gli onesti, ne ha paura: sono diversi e in quanto tali pericolosi, evidenziano le colpe e le mancanze delle cosiddette persone rispettabili, le cui maschere di onorabilità sono guardate con ammirazione e invidia.
La parola ‘onestà’, di grande effetto al tempo di Pirandello, è diventata parola di lacerante significato in questa nostra travagliata epoca, svuotata ormai di ogni senso dallo sfrenato desiderio di apparire che domina sull’essere. In tale contesto, ‘il piacere dell’onestà’ è riservato ormai solo ai cittadini ‘normali’ che pagano le tasse, che rispettano le regole, ma che non ottengono fama e gloria, vengono anzi derisi e snobbati perché portatori di una sana onestà intellettuale, mentre tutt’intorno il mondo della mutevole e vacua apparenza dei notabili della politica sprofonda sempre più nella feccia dell’ipocrisia.
Una produzione Gitiesse Artisti Riuniti, Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

10 Feb 2018 - 18 Feb 2018

PRIGIONIA DI ALEKOS

Firenze / Teatro della Pergola

PRIMA NAZIONALE

La vita, il carattere libertario, creativo di Alexandros Panagulis e la sua lotta impari contro la dittatura dei colonnelli nella Grecia degli anni Settanta.
Giancarlo Cauteruccio dirige Prigionia di Alekos di Sergio Casesi, il vincitore del Premio Pergola per la nuova drammaturgia. Con Fulvio Cauteruccio e Roberto Visconti.
Nel libro Un Uomo Oriana Fallaci dimostra che la libertà di un solo individuo può davvero inceppare il sistema, far saltare le certezze di un regime totalitario, smascherare e forse superare, le miserie proprie degli uomini indispensabili ad ogni regime. È questa volontà dell’immaginazione che Prigionia di Alekos vuole inscenare, lo spazio della fantasia, del sogno e della speranza di Alexandros Panagulis. L’Eros della creazione è sempre eversivo, libertario, rivoluzionario. Questo è anche il desiderio profondo di questo testo.
Una produzione Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

26 Gen 2018 - 4 Feb 2018

UNO ZIO VANJA

Firenze / Teatro della Pergola

PRIMA NAZIONALE

Si vive, semplicemente (o ci si avvicina alla morte giorno dopo giorno), e nel vivere si soffre, in un grigiore permanente e alienante. Vinicio Marchioni dirige e interpreta Uno Zio Vanja di Čechov nell’adattamento di Letizia Russo. Al suo fianco in scena Francesco Montanari.
Si tratta della malinconica tragedia delle occasioni mancate, delle aspirazioni deluse di un gruppo accomunato da legami di parentela o dal semplice caso, che parla molto e fa molto poco per sfuggire a una condizione di cui è insoddisfatto. Persone ingabbiate nell’inanità, che a forza di pensare hanno finito per rinunciare ad agire, come Astrov, o che tentano di reagire, ma falliscono mettendosi in ridicolo, come zio Vanja.
Questa riedizione di Zio Vanja ha l’obbiettivo di riavvicinare il vasto pubblico alla storia del teatro, dimostrandone l’attualità dei valori in un allestimento attento ai nuovi linguaggi della regia del teatro contemporaneo.
Una produzione Khora.teatro, Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

16 Gen 2018 - 21 Gen 2018

IL PADRE

Firenze / Teatro della Pergola

Dopo Pirandello e Brecht, Gabriele Lavia si confronta con lo Strindberg de Il Padre.
La casa, la famiglia, la resa dei conti, motivi simbolici costantemente presenti nell’opera strindberghiana, vengono qui portati a un confronto ultimativo, che si impone con la lucidità dell’allucinazione. Una partita inesorabile di dare e avere, dove ogni segno sposta la bilancia di una macchinosa contabilità cosmica.
Lo spettacolo ha la capacità di passare fulmineamente attraverso forme nuove, senza soffermarsi, portato da una passione che guarda oltre la scena, preoccupato di sgombrare lo spazio per una sola risposta, impossibile e sempre latente: il terribile risveglio di un universo di sonnambuli.
Una produzione Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

3 Gen 2018 - 7 Gen 2018

L’ACQUA CHETA

Firenze / Teatro della Pergola

L’acqua cheta è da ritenersi il capolavoro di Augusto Novelli, senza dubbio la commedia più conosciuta e più rappresentata nei teatri di tutta l’Italia del vernacolo fiorentino. Fu messa in scena per la prima volta al Teatro Alfieri di Firenze nel gennaio del 1908 e fu replicata per ventisei sere consecutive, dando il via alla rinascita del teatro dialettale fiorentino che fino ad allora era rimasto come fuoco sotto la cenere.

L’acqua cheta festeggia i 110 anni; infatti nella notte di Capodanno del 1908 al Teatro Alfieri si festeggiava con un banchetto il grande attore Andrea (Dreino) Niccòli che si preparava a partire in America con la sua Compagnia per una lunga tournée. Il commediografo Augusto Novelli, che si trovava a passare di là, fu invitato sul palcoscenico a parlare. Fu lui che riuscì così a persuadere l’attore Andrea Niccòli di tentare la fortuna all’estero con un nuovo progetto teatrale, ovvero proponendogli una commedia che portasse in America il teatro popolare in lingua vernacolare. Augusto Novelli si impegnò a scrivere un atto prima della partenza della Compagnia.

La commedia, in tre atti, debuttò il 29 gennaio, con il titolo L’acqua cheta. Fu un successo clamoroso, travolgente.

SPETTACOLO SPECIALE SABATO 6 GENNAIO

Con la musica de LA NUOVA PIPPOLESE

Approfondimento

18 Apr 2018 - 22 Apr 2018

QUASI UNA VITA

Pontedera / Teatro Era

Prima Nazionale

Dal 18 al 22 aprile debutta in prima nazionale Quasi una Vita. Scene dal Chissadove, con la regia di Roberto Bacci che cura la drammaturgia insieme a Stefano Geraci e l’interpretazione di Giovanna Daddi, Dario Marconcini, Elisa Cuppini, Silvia Pasello, Francesco Puleo, Tazio Torrini.
Roberto Bacci nel nuovo lavoro si interroga su ciò che resta di noi dopo la nostra dipartita e su ciò che gli altri ricordano nel tempo. Quasi una vita è immaginare, con il teatro, di poter convivere per qualche minuto, sulla scena, con chi ci precede nel viaggio.

Approfondimento

2 Mar 2018

STORIE DI AMORE E DI CALCIO – nuovo allestimento

Pontedera / Teatro Era

Qui si racconta del primo campionato mondiale di calcio clandestino della storia.
Si gioca in un paese, tra squadre composte da immigrati.
Chi vincerà il mondiale governerà sulla malavita per un anno.
Fino al prossimo campionato del mondo clandestino.
Le storie di cui tratta lo spettacolo legano calcio e amore di paese. I protagonisti sono persone di cui mai si sentirà parlare. La piazza della quale si racconta non sarà mai sui giornali, eppure contiene ogni sera il pulsare profondo delle vite di quelle poche persone che spendono il tempo a inseguire sogni, perderli, innamorarsi, perdere.

Approfondimento

2 Mar 2018

nel Labirinto (discorso sul Mito) – titolo provvisorio

Pontedera / Teatro Era

Quando: 02/03/2018 - 16:57–17:57

Note di regia “Raccontare storie è la ragione per cui si sale sul palco, ascoltare storie, guardare le immagini che evocano e riconoscersi in esse è quella per cui ci sediamo in platea. Nel Labirinto è un racconto fatto di

Approfondimento

2 Mar 2018 - 11 Mar 2018

APPUNTI DI UN PAZZO

Scandicci / Teatro Studio Mila Pieralli

PRIMA NAZIONALE

Una fantasmagoria di scene dal taglio surreale, spesso umoristico, un carosello di apparizioni demoniache, un viaggio nei meandri della mente del consigliere titolare Aksentij Ivanovič Popryšin.
Alessio Bergamo con un gruppo di sette attori ha creato Appunti di un pazzo, allestimento scenico dal racconto di Gogol’ Diario di un pazzo. Il realismo fantastico che caratterizza il testo letterario si materializza grazie a un approccio recitativo in cui l’attore mantiene un contatto di gioco scoperto e diretto con il pubblico.
Una produzione Fondazione Teatro della Toscana, Teatro dell’Elce, Cantiere Obraz, in collaborazione con Postop Teatro e Armunia Festival Costa degli Etruschi.

Approfondimento