AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL NUOVO SITO DELLA FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA

Prot. N. 1304 del 01/09/2022

Ai sensi di quanto previsto dal D.lgs. n. 50/2016 e più specificamente, dall’articolo 36 co. 2 lettera b), la Fondazione Teatro della Toscana (di seguito anche “Fondazione”) rende nota l’intenzione di individuare gli operatori economici, in possesso di adeguata qualificazione e dei requisiti richiesti, dai quali acquisire manifestazioni di interesse e preventivi ai fini dell’affidamento del servizio sotto indicato, tra quelli che avranno fatto pervenire la documentazione richiesta nei tempi e modi previsti dal presente avviso.


STAZIONE APPALTANTE  

Denominazione: Fondazione Teatro della Toscana

Indirizzo: via della Pergola 12/32 – 50121 Firenze

Responsabile Unico del Procedimento è Marco Giorgetti

Eventuali chiarimenti possono essere richiesti entro le ore 18.00 del 10/10/2022 ai seguenti contatti:

Gabriele Guagni Tel. 055-2264319 – E-mail: g.guagni@teatrodellatoscana.it

Carlo Manao Tel. 055-2264367 – E-mail: c.manao@teatrodellatoscana.it

Indirizzo di posta elettronica certificata: teatrodellatoscana@legalmail.it

Indirizzo Internet: www.teatrodellatoscana.it


PROCEDURA DI AFFIDAMENTO

L’assegnazione dell’appalto avverrà nella forma dell’affidamento diretto, ex articolo 36 co. 2 D.lgs. 50/2016, attraverso una procedura di negoziazione da perfezionarsi sul portale Acquistinrete.PA, strumento telematico di acquisto MePA.

A seguito dell’acquisizione delle manifestazioni di interesse e sulla base di una valutazione dei preventivi ricevuti, verrà, quindi, individuato l’operatore economico più idoneo, ovvero gli operatori economici più idonei, a cui rivolgere invito a partecipare ad una Trattativa Diretta o ad una Richiesta di Offerta attraverso il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA). Risulta, a tale scopo,necessario che tutti gli operatori economici interessati siano registrati ed abilitati nella relativa categoria merceologica sulla medesima piattaforma MePA al momento dell’avvio della negoziazione.

Il presente avviso è, pertanto, finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni d’interesse e preventivi per favorire la partecipazione e la consultazione di più operatori economici, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza, contemplati nel D.lgs. 50/2016.

Al termine del procedimento di cui al presente Avviso non verranno stilate graduatorie di merito o attribuzione di punteggi. Non è, pertanto, indetta alcuna procedura di gara, di affidamento concorsuale e non sono previste graduatorie di merito o attribuzione di punteggi, trattandosi di un’indagine di mercato non vincolante per la Fondazione, in attuazione del principio di pubblicità preventiva, finalizzata all’individuazione di operatori economici proponenti, da valutare nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza.

La Fondazione si riserva la facoltà di interrompere in qualsiasi momento, ovvero sospendere, modificare o annullare, in tutto o in parte, il presente procedimento e/o di non dare seguito alla valutazione dei preventivi per l’affidamento del servizio di cui trattasi, ovvero di non affidare e/o aggiudicare lo stesso, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa ad alcun titolo, tutto incluso e nulla escluso.


VALORE DELL’AFFIDAMENTO

Valore stimato dell’appalto: € 52.800,00 iva esclusa.

Durata: 36 mesi dalla data di stipula del contratto sulla piattaforma digitale o in altre modalità.

E’, inoltre, prevista per la Stazione Appaltante la facoltà di ripetizione del servizio, ex articolo 63 co. 5 D.lgs. 50/2016, per un ulteriore periodo di 36 mesi successivamente alla scadenza del contratto originario, relativamente ad alcuni servizi, così come meglio indicato nella documentazione di gara, per un importo ulteriore pari ad € 14.800,00 oltre iva ed un valore totale dell’appalto, comprensivo dell’opzione di ripetizione pari ad € 67.600,00 oltre iva.


OGGETTO DELL’AFFIDAMENTO

L’appalto ha per oggetto il servizio di progettazione e realizzazione del nuovo sito della Fondazione Teatro della Toscana, il quale dovrà riferirsi e comprendere, al suo interno, le varie realtà che lo compongono alla data di pubblicazione del presente avviso, con possibilità di progettazione ed implementazione rispetto alle nuove eventuali acquisizioni di spazi teatrali e di rappresentazione, che saranno direttamente gestite dalla Fondazione nelle successive annualità.

L’appalto, inoltre, dovrà riguardare la fornitura dei servizi di hosting, assistenza, supporto e manutenzione ordinaria e straordinaria e ottimizzazione sui motori di ricerca (SEO) sul nuovo sito ed i servizi di hosting, assistenza, supporto, manutenzione e aggiornamento ordinaria e straordinaria ed attività SEO degli attuali siti, fino al momento di passaggio e di messa in opera del nuovo sito, secondo le modalità operative e di funzionamento previste, nonché secondo tutto quanto indicato nel Capitolato Speciale e nel Capitolato Tecnico allegati, che costituiscono parte integrante della lex specialis di gara per il successivo affidamento.


LUOGO DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO  

Sede Legale Fondazione Teatro della Toscana – Teatro della Pergola, via della Pergola 12/32, 50123 Firenze.


SOGGETTI AMMESSI E REQUISITI

Le manifestazioni di interesse di cui al presente avviso possono essere presentate esclusivamente dagli operatori economici di cui all’art. 45 del D.lgs. 50/2016 che dimostrino di possedere i seguenti requisiti, da attestare mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà:

a) Essere iscritti nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio;

b) Essere in regola con il versamento di contributi ed imposte (DURC);

c) Insussistenza delle cause di esclusione previste all’art. 80 del D.lgs. 50/2016;

d) Possedere, come oggetto sociale, lo svolgimento di attività di impresa rientranti nel settore dei servizi

di Marketing, pubblicità, social media, ricerche di mercato, ovvero nel settore dei Servizi cloud o in settori affini;

e) Aver svolto analogo servizio o servizi affini, con preferenza per la fornitura di un sito in favore di Enti o Istituzioni operanti nel settore teatrale e/o culturale, nel triennio antecedente la pubblicazione del presente avviso (2019-2020-2021).

L’operatore economico offerente dovrà, inoltre, essere regolarmente iscritto ed abilitato sulla piattaforma MePA, nella categoria “Marketing, pubblicità, social media, ricerche di mercato”, ovvero nella categoria “Servizi cloud”, ovvero nella categoria “Interazione telematica con l’utenza” o in categorie affini, al momento della presentazione della manifestazione di interesse, o, al più tardi, al momento della pubblicazione della procedura di negoziazione sul portale.


MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

Gli operatori economici in possesso dei requisiti sopraindicati potranno manifestare il proprio interesse al presente avviso mediante invio della documentazione richiesta, unitamente a copia di un documento di identità del legale rappresentante, entro le ore 12.00 del 16 OTTOBRE 2022, esclusivamente via PEC, ai seguenti indirizzi di posta elettronica certificata: PEC teatrodellatoscana@legalmail.it


DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

Gli operatori economici dovranno manifestare interesse inviando al suddetto recapito la documentazione di seguito indicata, redatta in formato “pdf” e sottoscritta con firma digitale.

a. Documento di presentazione dell’operatore economico: documento, redatto in carta libera, di presentazione della Società proponente, comprensivo di contatti mail e telefonici, recante l’indicazione: dei principali servizi svolti, analoghi o affini a quelli oggetto di appalto, con particolare rilievo ai lavori relativi lo sviluppo e la manutenzione di siti in favore di Enti o Istituzioni operanti nel settore teatrale e culturale, nel triennio antecedente la pubblicazione del presente avviso (2019-2020-2021); dei siti realizzati; della metodologia di lavoro utilizzata per lo sviluppo di progetti analoghi o affini; del numero e della tipologia delle specifiche professionalità messe a disposizione per l’esecuzione del servizio (evidenziando, in modo separato, le professionalità utilizzate in veste di “collaboratori” e quelle utilizzate in veste di “dipendenti”).

b. Proposta tecnica per realizzazione e rifacimento del nuovo sito del Teatro della Toscana (max 6 pagine, 12 facciate): documento da redigersi in carta libera. Seguendo tutte le indicazioni e le specifiche presenti all’interno del Capitolato Speciale e del Capitolato Tecnico, l’operatore dovrà presentare un progetto di massima dal quale emergano con chiarezza gli strumenti e le metodologie che saranno utilizzati, nonché le soluzioni proposte, da valutarsi relativamente ai seguenti elementi: -linguaggio di programmazione, Cms utilizzato e sue specifiche; – soluzioni per migliorare la user experience dell’utente rispetto all’attuale sito; -soluzioni per migliorare la responsività dei device; – soluzioni per migliorare la velocità di navigazione; – metodologie e creazione dell’interfaccia grafica; – integrazione con sistemi di terze parti come il CRM in uso alla Fondazione, le piattaforme di mail marketing, gestionali ed altri; – ottimizzazione SEO; -servizio di hosting; -formazione; -supporto per la Fondazione e tempi di intervento in caso di 4 malfunzionamenti; – manutenzione ordinaria; -manutenzione straordinaria; -tempi e fasi di realizzazione del nuovo sito.

c. Proposta economica: documento in carta libera. Dalla proposta economica si dovranno evincere le seguenti voci di costo:

1) parte fissa del corrispettivo, spettante all’appaltatore per:

A – la prestazione del servizio di progettazione e sviluppo del nuovo sito, per l’attività di

ottimizzazione sui motori di ricerca (SEO) e per la formazione iniziale, secondo tutte le specifiche

indicate nel capitolato tecnico.

B – corrispettivo annuo (12 mesi) per il canone del servizio di hosting, supporto, manutenzione

ordinaria, manutenzione e aggiornamento SEO del nuovo sito, secondo tutte le specifiche riportate

nel capitolato tecnico;

2) parte variabile del corrispettivo, spettante all’appaltatore per la prestazione dei servizi

effettivamente resi, secondo quanto di seguito riportato:

C – a. corrispettivo mensile per il canone del servizio di hosting, supporto, manutenzione ordinaria,

manutenzione e aggiornamento SEO degli attuali siti della Fondazione fino al momento della messa

online del nuovo sito, secondo tutte le specifiche riportate nel capitolato tecnico.

C – b. corrispettivo orario per i servizi di manutenzione straordinaria e di formazione

straordinaria, oltre quella prevista nella fase iniziale.

d. Modello DGUE: scaricabile al link o tra gli allegati sotto.

L’invio della suddetta documentazione è a totale ed esclusivo rischio del mittente, restando esclusa qualsivoglia responsabilità della Fondazione, ove, per qualsiasi motivo, la documentazione non pervenga entro il previsto termine perentorio all’indirizzo di posta elettronica di destinazione.

La Fondazione si riserva di non prendere in considerazione le istanze pervenute oltre la suddetta scadenza.

La manifestazione di interesse dovrà avere una validità di almeno 180 giorni dalla sua presentazione. La Fondazione potrà avvalersi della facoltà, successivamente all’acquisizione delle domande, di non procedere né all’indizione di una procedura di affidamento né al successivo affidamento, motivandone le ragioni. La Fondazione si riserva, inoltre, di affidare il servizio anche in presenza di una sola manifestazione di interesse valida, rispondente ai requisiti richiesti.


STIPULA DEL CONTRATTO

Le manifestazioni di interesse ed i preventivi pervenuti nei termini e con le modalità previste saranno valutati sulla base dei requisiti prescritti nel presente Avviso. La Fondazione si riserva di chiedere chiarimenti ai singoli soggetti in merito a ciascun punto delle proposte pervenute.Le manifestazioni di interesse pervenute saranno valutate discrezionalmente dalla Stazione Appaltante, secondo criteri di economicità, convenienza, opportunità, efficacia ed efficienza dell’azione  amministrativa.

La stipula del contratto avverrà attraverso il perfezionamento di apposita procedura di Trattativa Diretta o di Richiesta di Offerta sulla piattaforma elettronica MePA.


DURATA E VALORE DEL CONTRATTO – PROROGA TECNICA

La durata complessiva dell’appalto specificato in oggetto sarà di 36 mesi, decorrenti dalla data di stipula del contratto sulla piattaforma digitale.

La Fondazione si riserva, inoltre, la facoltà di prorogare la durata del contratto (proroga tecnica) per il tempo necessario alla conclusione delle procedure per l’individuazione di un nuovo contraente.

L’importo base stimato dell’appalto per l’intera durata del contratto, rispetto al quale dovrà essere presentata un’offerta economica migliorativa in favore della Fondazione, ammonta a complessivi € 52.800,00 oltre IVA.

Tale valore è solo presunto ed è riferito agli importi, calcolati su base storica, corrisposti dalla Fondazione per analogo servizio nelle precedenti annualità. Lo stesso, pertanto, potrà essere rivisto ed aggiornato anche sulla base delle manifestazioni di interesse pervenute.

Nel caso in cui lo ritenga opportuno, la Fondazione, allo scadere del contratto originario, potrà procedere ad affidare la ripetizione del servizio al soggetto affidatario, o parte di esso, consistente nella ripetizione di alcuni servizi così come indicato nel capitolato speciale, ai sensi e per gli effetti dell’art. 63, comma 5, del D.lgs. 50/2016, per un periodo massimo di ulteriori 36 (trentasei) mesi successivamente alla scadenza del contratto iniziale, previa, in ogni caso, verifica circa i risultati dell’appalto, la disponibilità finanziaria, la convenienza e il pubblico interesse. Pertanto, in caso di ripetizione, l’importo massimo complessivo stimato ai fini della determinazione del valore complessivo dell’appalto, ad ogni fine di legge, ammonta a € 67.600,00 oltre Iva.


ONERI DELL’APPALTATORE

L’appaltatore si impegna:

– all’esecuzione del servizio secondo le vigenti norme di legge e di Capitolato Speciale;

– a soddisfare tutti i punti presenti nell’allegato Capitolato Tecnico e/o eventuali ulteriori specifiche emerse a seguito di un confronto concorrenziale conseguente all’invio delle manifestazioni di interesse.


CONTROVERSIE

Per qualsiasi controversia relativa all’interpretazione, validità, efficacia, esecuzione, attuazione e risoluzione di quanto previsto nel presente avviso o nel contratto, o comunque dipendente dai medesimi, il Foro territorialmente competente sarà esclusivamente quello di Firenze.


PUBBLICAZIONE AVVISO

Il presente avviso è pubblicato sul sito della Fondazione www.teatrodellatoscana.it.


RICHIESTA CHIARIMENTI

Gli interessati possono chiedere notizie e chiarimenti inerenti al presente avviso utilizzando

esclusivamente gli indirizzi mail: g.guagni@teatrodellatoscana.it e c.manao@teatrodellatoscana.it.

 


TRATTAMENTO DEI DATI

Nella procedura in oggetto saranno rispettati i principi di riservatezza delle informazioni fornite, ai sensi del d.lgs. n. 196/2003 e successive modificazioni, compatibilmente con le funzioni istituzionali, le disposizioni di legge e regolamentari concernenti i pubblici affidamenti e le disposizioni riguardanti il diritto di accesso ai documenti ed alle informazioni.

In particolare, in ordine al procedimento instaurato da questa procedura:

a) le finalità cui sono destinati i dati raccolti ineriscono alla verifica della capacità dei concorrenti di

partecipare alla gara in oggetto;

b) i dati forniti saranno raccolti, registrati, organizzati e conservati per le finalità di gestione della

procedura e potranno essere trattati sia mediante supporto cartaceo che elettronico, anche

successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto contrattuale per le finalità del rapporto

medesimo;

c) il conferimento dei dati richiesti è un onere ai fini dell’affidamento;

d) i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati sono: 1) il personale

interno della Fondazione; 2) ogni altro soggetto che abbia interesse ai sensi della legge n. 241/1990;

e) i diritti spettanti all’interessato sono quelli di cui all’art. 7 del d.lgs. n. 196/2003, cui si rinvia e

titolare del trattamento è Fondazione Teatro della Toscana.


SCARICA l’avviso in formato PDF

SCARICA il Capitolato Speciale

SCARICA il Capitolato Tecnico

SCARICA il modello DGUE

Pubblicato in Senza categoria

CARNET PERGOLA/RIFREDI

In vendita il Carnet Pergola/Rifredi: Online e in biglietteria.

20 crediti utilizzabili da una o più persone per gli spettacoli al Teatro della Pergola (1 biglietto = 2 crediti), al Saloncino ‘Paolo Poli’ (1 biglietto = 1 credito) e al Teatro di Rifredi (1 biglietto = 1 credito)

Per maggiori informazioni clicca qui

Pubblicato in Senza categoria

PRESENTATA LA STAGIONE DEL TEATRO DI RIFREDI

Foto Eugenia Cesari

Sono 20 gli spettacoli in cartellone, (9 produzioni e 11 ospitalità).

4 PRIME NAZIONALI E 3 PRIME REGIONALI

La stagione 2022-2023 del Teatro di Rifredi, la prima sotto l’egida della Fondazione Teatro della Toscana, conferma la sala di via Vittorio Emanuele II nel ruolo di centro creativo che fa della ricerca sulla drammaturgia italiana e straniera e sul sostegno alle nuove generazioni i tratti salienti della propria azione.

I biglietti saranno in vendita dal 1° ottobre su vivaticket e dal 3° ottobre presso la biglietteria del Teatro di Rifredi.

Leggi il comunicato stampa completo 

Pubblicato in Senza categoria

Autunno Fiorentino 2022

Il Teatro Nazionale della Toscana rafforza e rilancia la sua azione all’interno della Città metropolitana di Firenze con un progetto che unisce la musica e il teatro, per indagare il rapporto tra la cultura e i cittadini, tra la cultura e l’identità, per riflettere sul processo di autodeterminazione di ognuno di noi, e scoprire l’influenza che ha Firenze e i suoi Quartieri sulla nostra storia personale e la nostra immaginazione del futuro.

Sono queste le esigenze e gli obiettivi di Una specie di musica – cronache per una città possibile, il progetto a cura della Fondazione Teatro della Toscana, in collaborazione con l’Associazione i Nuovi e il Conservatorio “Luigi Cherubini”, nell’ambito della rassegna Autunno Fiorentino 2022, realizzata dal Comune di Firenze, con il sostegno della Direzione Generale Spettacolo del Ministero della Cultura.

Scopri di più e come partecipare al link

Pubblicato in Senza categoria

Monica Guerritore in DONNE PRIGIONIERE DI AMORI STRAORDINARI

Monica Guerritore

 

Lunedì 18 Luglio 2022 ore 21:15

Teatro Romano di Fiesole

Monica Guerritore in

DONNE PRIGIONIERE DI AMORI STRAORDINARI

di Monica Guerritore

con il corpo di ballo della Lyric Dance Company e le coreografie di Alberto Canestro

produzione Compagnia Orsini in collaborazione con Teatro della Toscana nell’ambito della 75ª Estate Fiesolana

Info e biglietti qui

Pubblicato in Senza categoria

AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI SPONSOR PER LA STAGIONE 2022/2023 DELLA FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA ED INIZIATIVE ED EVENTI AD ESSA COLLEGATI

Prot. N. 1196 del 11/07/2022

Ai sensi di quanto previsto dal D.lgs. n. 50/2016 e più specificamente, dall’articolo 36 co. 2 lettera b), la Fondazione Teatro della Toscana (di seguito anche “Fondazione”) rende nota l’intenzione di individuare gli operatori economici, in possesso di adeguata qualificazione e dei requisiti richiesti, dai quali acquisire manifestazioni di interesse e preventivi ai fini dell’affidamento del servizio sotto indicato, tra quelli che avranno fatto pervenire la documentazione richiesta nei tempi e modi previsti dal presente avviso.


SI RENDE NOTO

che la Fondazione Teatro della Toscana intende individuare, con il presente Avviso, soggetti disponibili a sponsorizzare, nel corrente anno e nell’annualità successiva, la Stagione Teatrale del Teatro della Toscana 2022/2023 e le iniziative e gli eventi ad essa collegati, così come meglio esposti e dettagliati nell’allegato A.

Con il presente avviso non sono previste graduatorie, attribuzioni di punteggi o altre classificazioni in merito.

Ai fini del presente avviso, si definiscono:

  1. SOGGETTO PROMOTORE (SPONSEE)

La Fondazione Teatro della Toscana, di seguito denominata “Fondazione”, in qualità di soggetto responsabile della procedura di sponsorizzazione, che assume il ruolo di “sponsee”.

  1. OGGETTO DI SPONSORIZZAZIONE – INIZIATIVE ED EVENTI PROGETTATI O DA PROGETTARE CHE SARANNO OGGETTO DI SPONSORIZZAZIONE

Le sponsorizzazioni proposte potranno essere di natura meramente finanziaria, tecnica (consistente nella esecuzione di forniture e/o servizi di interesse della Fondazione) e/o mista.

Le offerte di sponsorizzazione avranno ad oggetto le iniziative descritte nell’allegato A (scheda attività) e le attività ad esse correlate, da ritenersi parte integrante e sostanziale del presente Avviso.

Le indicazioni presenti nel suddetto allegato contengono la descrizione di massima di ogni specifica attività, nonché, i valori complessivi stimati (IVA esclusa) per la sua realizzazione e/o realizzazione parziale. Questi ultimi valori non costituiscono in ogni caso vincolo per la formulazione dell’offerta di sponsorizzazione, in quanto sarà sempre possibile presentare offerte anche di importo inferiore o superiore.

L’elenco delle attività (e relative descrizioni) contenuto nell’allegato A potrà essere sempre aggiornato ed implementato da parte della Fondazione, che provvederà in tal caso a rendere pubblica la variazione tramite ripubblicazione, nella sezione Trasparenza – Bandi – Manifestazioni di interesse, consultabile al seguente link https://www.teatrodellatoscana.it/trasparenza/manifestazioniinteresse/.

Il presente avviso, che non deve ritenersi in nessun modo vincolante per la Fondazione, è da intendersi finalizzato alla ricezione di offerte di sponsorizzazione da parte di operatori potenzialmente interessati. Le offerte di sponsorizzazione pervenute alla Fondazione per effetto del presente Avviso non sono, quindi, da considerarsi vincolanti per lo sponsee ai fini della formalizzazione del contratto.

 

  1. CARATTERISTICHE DELLE PROPOSTE DI SPONSORIZZAZIONE E SPONSORIZZAZIONI ESCLUSE

Le offerte di sponsorizzazione potranno:

a) essere presentate in relazione ad una o più delle iniziative e attività proposte nell’allegato A;

b) consistere in sponsorizzazioni di natura finanziaria (sotto forma di erogazione economica) e/o di natura tecnica (erogazione diretta di servizi in favore dello sponsee), sempreché, per la specifica iniziativa da sponsorizzare, l’allegato A non preveda in via esclusiva una determinata tipologia di sponsorizzazione (es. esclusivamente sponsorizzazione finanziaria);

c) coprire l’interezza o anche soltanto una parte dei costi dell’iniziativa o di singole attività di cui si compone l’iniziativa come descritta nell’allegato A.

La Fondazione, per ragioni di razionalizzazione dell’azione amministrativa, si riserva di non prendere in esame e non considerare ammissibili proposte di sponsorizzazione di valore inferiore a: € 1.000,00.

E’ esclusa la possibilità di stipulare sponsorizzazioni aventi ad oggetto forme di pubblicità vietate, anche indirettamente, dalla normativa vigente. La Fondazione si riserva, inoltre, a proprio insindacabile giudizio, di non accettare proposte che, per la natura della sponsorizzazione o per le attività dello sponsor, siano ritenute incompatibili con l’attività istituzionale e gli indirizzi dello sponsee. Si riserva, altresì, a proprio insindacabile giudizio, di rifiutare qualsiasi proposta di sponsorizzazione o collaborazione qualora: a) rilevi pregiudizio o danno all’immagine della Fondazione Teatro della Toscana o delle sue attività; b) riscontri riferimenti, contenuti o propaganda di natura politica, sindacale, filosofica o religiosa; c) rappresenti pubblicità diretta o collegata alla produzione e/o distribuzione di tabacco, materiale pornografico o a sfondo sessuale e armi; d) la reputi inaccettabile per messaggi offensivi, lesivi contro la dignità umana o discriminatori contro la parità di genere, incluse espressioni di fanatismo, razzismo, odio, minaccia o motivi di inopportunità generale.

 

  1. DESTINATARI

I soggetti cui è rivolto il presente Avviso sono gli operatori economici, singoli e associati, di cui all’art. 45 del d.lgs. 50/2016, comprese associazioni, enti, fondazioni, cooperative, consorzi (anche temporanei) e istituzioni in genere, in qualunque forma costituiti con sede in Italia o all’estero, nonché singoli liberi professionisti, in possesso dei requisiti di ordine generale di cui all’art. 80 D.lgs. n. 50/2016, privi di impedimenti a contrarre con la Pubblica Amministrazione.

 

  1. PROFILI ECONOMICO — GIURIDICI

I rapporti tra la Fondazione, quale sponsee, e lo sponsor, saranno disciplinati da apposito contratto di sponsorizzazione. Gli elementi dell’accordo saranno definiti tra le parti all’interno del contratto stesso, nel quadro della proposta presentata dallo sponsor e, per quel che concerne le obbligazioni in capo allo sponsee, di quanto previsto all’art. 6.

Nel solo caso di sponsorizzazione tecnica, per l’esecuzione del contratto, lo sponsor contraente potrà richiedere di servirsi, previo assenso della Fondazione, di prestazioni effettuate da altri soggetti giuridici (c.d. sub-sponsor), fermo restando che di ogni aspetto relativo al contratto di sponsorizzazione, risponderà in prima persona unicamente lo sponsee. Detti soggetti giuridici dovranno previamente rendere noto, al pari dello sponsor, le dichiarazioni circa il possesso dei requisiti di cui all’art. 80 d.lgs. 50/2016 necessari per contrattare con le Pubbliche Amministrazioni e saranno sottoposti, per quanto applicabili, agli stessi obblighi e adempimenti previsti dal presente Avviso. A beneficio degli stessi soggetti potranno essere garantite, a richiesta dello sponsor e previa autorizzazione della Fondazione, controprestazioni in termini di visibilità nel rispetto di quanto disciplinato all’art. 6, purché detta visibilità non sia prevalente rispetto a quella garantita allo sponsor stesso.

 

  1. IMPEGNI GENERALI DELLO SPONSEE

La Fondazione si riserva di decidere quale controprestazione garantire al soggetto individuato come sponsor, tenendo conto di volta in volta dell’entità e della natura della sponsorizzazione, nonché delle caratteristiche dell’iniziativa sponsorizzata.

Tali controprestazioni saranno individuate nel contratto di sponsorizzazione.

A titolo esemplificativo e non esaustivo, dette controprestazioni potranno consistere in:
– partecipazione ai momenti principali di presentazione delle attività del Teatro della Toscana: quali conferenza stampa, evento inaugurale, e altri;
– diritto di associazione, per periodi determinati da concordare con la Fondazione, dell’immagine dello Sponsor, ovvero dei prodotti e/o servizi da questo forniti, all’attività sponsorizzata, per scopi promo-pubblicitari, secondo modalità che dovranno, comunque, essere concordate qualitativamente con la Fondazione ed i cui costi saranno sostenuti direttamente ed in via esclusiva dallo sponsor;
– diritto di realizzare, secondo modalità da concordare con la Fondazione, campagne di comunicazione a sostegno dell’iniziativa sponsorizzata, valorizzando particolarmente il ruolo dello Sponsor;
– visibilità dello Sponsor all’interno dei materiali di comunicazione promo-pubblicitari cartacei e digitali della Fondazione (quali pagina dedicata nel programma della stagione, banner sul sito web o in newsletter ed altri);
– visibilità continuativa dello Sponsor all’interno dei teatri gestiti dalla Fondazione (tramite, ad esempio, vetrine nel foyer del Teatro della Pergola, circuito digital signage ed altri);
– esposizione e distribuzione dei propri materiali promozionali nei teatri gestiti dalla Fondazione (quali volantini, attività di sampling ed altri);
– visibilità dello Sponsor all’interno dei materiali di comunicazione ed in occasione degli eventi promozionali rivolti a studenti e giovani under30 (quali distribuzione gadget forniti dallo sponsor, visibilità su cartoline/altro materiale ed altri);
– organizzazione di propri eventi negli spazi gestiti dalla Fondazione;
– organizzazione di visite guidate esclusive al Teatro della Pergola
– messa a disposizione di biglietti per gli spettacoli in programma da destinare ad ospiti VIP;
– prezzo ridotto per l’acquisto dei titoli di ingresso relativi agli spettacoli in programma nella stagione, da destinare ai dipendenti/soci dello sponsor;
– prezzo ridotto per la partecipazione alle attività di formazione organizzate dallo sponsee (corsi teatrali e workshop del laboratorio d’arte), da destinare ai dipendenti/soci dello sponsor;
– progetti di formazione personalizzati (corsi teatrali e workshop del laboratorio d’arte), da destinare ai dipendenti/soci dello sponsor;
– possibilità di diffusione di documentazione inerente l’attività sponsorizzata in favore di clienti e target selezionati di interesse dello Sponsor.

Le controprestazioni pattuite dovranno, in ogni caso, svolgersi nei limiti, con le modalità e secondo i canoni e gli elementi fissati dalla Fondazione.

Le controprestazioni di interesse saranno indicate dal candidato sponsor al momento della manifestazione di interesse, per essere poi definite, laddove l’offerta stessa risulti idonea e previa valutazione di congruità di cui al successivo art. 9, nella fase di stipula del contratto di sponsorizzazione.

In tale ultima fase, resta ferma la facoltà della Fondazione, laddove le controprestazioni richieste non risultino per qualsiasi motivo attuabili, di proporre controprestazioni alternative (anche diverse da quelle sopra elencate), il cui rifiuto comporterà la mancata accettazione dell’offerta di sponsorizzazione.
Tutti i materiali di comunicazione che lo sponsor vorrà diffondere sono a spese e cura del medesimo e la loro diffusione potrà aver luogo solo previa approvazione da parte della Fondazione.

 

  1. IMPEGNI GENERALI DELLO SPONSOR

In caso di sponsorizzazione finanziaria, il soggetto selezionato come sponsor ha quale obbligo principale l’erogazione della somma offerta entro il termine che sarà fissato dalla Fondazione nel contratto di sponsorizzazione, ovvero a mezzo di comunicazione scritta da parte dello sponsee. L’eventuale mancato integrale utilizzo da parte della Fondazione Teatro della Toscana della somma corrisposta per l’iniziativa oggetto di sponsorizzazione rimarrà a disposizione della Fondazione, senza che lo sponsor possa avanzare alcuna pretesa al riguardo, per nessuna ragione e ad alcun titolo.
In caso di sponsorizzazione tecnica, per la fornitura di servizi, con riferimento alla specificità di ogni singola attività svolta, lo sponsor dovrà essere in possesso di idonea copertura assicurativa in corso di validità e predisporre, ove necessario, la progettazione del servizio, da sottoporre previamente alla Fondazione; procedere all’acquisizione di eventuali nulla osta, permessi, autorizzazioni; realizzare il servizio con maestranze qualificate secondo la vigente normativa; fornire le certificazioni di avvenuta realizzazione a regola d’arte.

In sede di presentazione dell’offerta ed in quella di formalizzazione del rapporto, lo sponsor offerente è tenuto ad indicare il proprio logo con il quale intende procedere alla sponsorizzazione, mettendo a disposizione della Fondazione l’esatta e fedele riproduzione dello stesso nonché, ove richiesto, una illustrazione grafica delle sue modalità di utilizzo.

Le garanzie relative alla presenza del marchio e della visibilità, di cui all’art. 6, non sollevano lo sponsor dall’eventuale pagamento del canone relativo alle pubbliche affissioni o di quello relativo all’installazione di mezzi pubblicitari, nelle quote previste, qualora ne ricorrano i presupposti, secondo le disposizioni di legge in vigore.

Rimangono, più in generale, a carico dello sponsor, le spese relative al pagamento di imposte, tasse, canoni e corrispettivi previsti da leggi e/o regolamenti derivanti dall’esecuzione del contratto e dalla realizzazione delle attività sponsorizzate.

Per la Fondazione Teatro della Toscana, ai sensi del DPR 633/1972, artt. 1, 4 e 11, l’operazione concernente la sponsorizzazione è soggetta ad IVA, in misura pari all’aliquota ordinaria applicata sul valore della prestazione dello sponsee. Nel solo caso di sponsorizzazione tecnica, ai sensi dell’art. 11 DPR 633/1972, anche lo sponsor è soggetto passivo dell’imposta sul valore aggiunto, in misura pari all’aliquota applicabile al tipo di servizio prestato per il valore di quest’ultimo, e sarà tenuto all’emissione di fattura elettronica nei confronti della Fondazione, ai sensi dell’art. 42, D.L. 64/2014 (convertito con L. 89/2014).

 

  1. TERMINE E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE

Il presente avviso sarà pubblicato sul sito istituzionale della Fondazione per almeno 30 (trenta) giorni, ai sensi dell’articolo 19 D.lgs. 50/2016 e potrà, in ogni caso, essere mantenuto attivo ed on line per tutto il periodo di interesse della Fondazione, ai fini della ricerca e del reperimento costante di sponsor da parte del Teatro della Toscana, comunque, entro i limiti fissati nell’oggetto dell’avviso medesimo.

Le proposte di sponsorizzazione, complete della documentazione richiesta di seguito dettagliata, dovranno pervenire via PEC all’indirizzo teatrodellatoscana@legalmail.it.
La proposta dovrà recare nell’oggetto della PEC la dicitura: “AVVISO PER RICERCA DI SPONSOR PER FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA”.
La proposta, redatta in lingua italiana e conforme all’allegato “MODULO PER DICHIARAZIONI E PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA DI SPONSORIZZAZIONE” (allegato B), deve essere sottoscritta da un legale rappresentante dell’offerente e/o da un suo delegato munito di apposita procura speciale, e, a pena di non accettazione della stessa, deve essere corredata da un documento di identità in corso di validità del sottoscrittore , nonché recare, in conformità alle disposizioni degli artt. 46-47 D.P.R. 28.12.2000, n. 445, i dati generali identificativi dell’offerente richiesti nel “MODULO PER DICHIARAZIONI E PRESENTAZIONEDELL’OFFERTA DI SPONSORIZZAZIONE” (allegato B), che comprendono:
a) sintetica descrizione dell’attività svolta e Curriculum aziendale dello sponsor;
b) attività che si intende sponsorizzare, di cui all’allegato A e modalità di sponsorizzazione, precisando, in caso di sponsorizzazione finanziaria, l’entità (sia in cifre che in lettere) IVA esclusa, della somma che si intende erogare; in caso di sponsorizzazione tecnica, la prestazione riferita alla/e attività sponsorizzate ed il relativo valore economico complessivo;
c) proposta di controprestazioni da parte della Fondazione Teatro della Toscana, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 6 (è possibile esplicitare anche eventuali richieste di visibilità per i c.d. sub-sponsor sotto la voce “Altro”);
d) dichiarazione, da parte del legale rappresentante del possesso dei requisiti di ordine generale di cui all’art. 80 D.lgs. n. 50/2016 e di assenza di cause ostative a contrarre con la Pubblica Amministrazione, nonché di assenza di contenzioso con la Fondazione; di accettazione di tutte le clausole contenute nel presente Avviso; di impegno ad assumere tutte le responsabilità e gli adempimenti previsti dalla normativa vigente in materia di sponsorizzazione; di impegno a non proporre forme di sponsorizzazione escluse ai sensi dell’articolo 3 del presente avviso; di accettazione all’accostamento del proprio logo a qualsiasi ulteriore logo di altro sponsor deciso dalla Fondazione.
Le offerte di sponsorizzazione sono da considerarsi vincolanti per lo sponsor ai fini della formalizzazione del contratto per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta stessa.

Le proposte dovranno pervenire almeno 2 settimane prima rispetto alla data dell’attività indicata nell’allegato A in riferimento all’iniziativa che si intende sponsorizzare. Per i fabbisogni e le attività evidenziati nel suddetto allegato, per i quali non siano state presentate offerte di sponsorizzazione nel termine indicato, la Fondazione si riserva in ogni caso la facoltà di valutare ed accogliere anche offerte pervenute oltre lo stesso termine, nonché di negoziare direttamente con potenziali sponsor. Indipendentemente dal termine di presentazione delle offerte sopra indicato, la Fondazione  ha in ogni caso la facoltà di valutare le proposte presentate e sottoscrivere i relativi contratti di sponsorizzazione nei seguenti casi: – decorsi 15 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso e della scheda iniziativa cui si riferiscono le offerte, laddove le stesse abbiano un valore economico uguale o inferiore a quarantamila euro; – decorsi 30 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso e della scheda  cui si riferiscono le offerte, laddove le stesse abbiano un valore economico superiore a quarantamila euro.

  1. VALUTAZIONE DELLE OFFERTE E DISCIPLINA ATTUATIVA DELLA SPONSORIZZAZIONE

Coerentemente con quanto previsto all’ultimo periodo dell’art. 2 del presente Avviso, la valutazione delle proposte pervenute non integra di regola una procedura di comparazione selettiva delle stesse, ma riguarda esclusivamente i seguenti aspetti:

1) valutazione da parte del responsabile del procedimento di cui al seguente art. 12 dell’ammissibilità e dell’idoneità della proposta stessa in relazione alla sussistenza dei requisiti e delle caratteristiche come previsti dal presente Avviso, nonché della sua pertinenza con l’attività sponsorizzata;

2) valutazione da parte del responsabile del procedimento di cui al seguente art. 12 della congruità del valore economico delle controprestazioni richieste dallo sponsor, rispetto al valore economico della prestazione (finanziaria o tecnica) offerta dallo stesso. Laddove non sia riscontrata detta congruità, le parti potranno concordemente ridefinire le controprestazioni dello sponsee secondo valori ritenuti congrui dalla Fondazione. In mancanza di accordo in tal senso, la proposta sarà considerata inidonea per mancanza di congruità economica.
Ai fini del giudizio di idoneità della proposta, la Fondazione può chiedere al proponente modifiche ed integrazioni della stessa.

Fatte salve le proposte già contrattualizzate, laddove dovesse verificarsi concorrenza o incompatibilità tra due o più proposte di sponsorizzazione, la Fondazione procederà ad una valutazione con i proponenti, al fine di verificare la possibilità di coesistenza delle proposte o di verificare la possibilità di indirizzare una delle offerte su altre iniziative e attività. A seguito di ciò, nel caso permanga la necessità di effettuare una selezione, la stessa sarà effettuata secondo il criterio del maggior valore economico della proposta di sponsorizzazione.

La Fondazione, nel caso vi sia un unico proponente ovvero qualora un proponente garantisca il finanziamento o la copertura dei costi di almeno l’80% dell’organizzazione dell’attività, si riserva la facoltà di conferire allo stesso la qualifica di main sponsor.

E’ vietata qualsiasi forma di cessione, anche parziale, del contratto di sponsorizzazione.

Fermo restando, quanto previsto al successivo articolo 10, la Fondazione, per ragioni di interesse pubblico, può, comunque, rifiutare un’offerta di sponsorizzazione, ovvero revocarne l’affidamento, senza che lo sponsor possa pretendere alcun risarcimento o indennizzo.

Qualora intervengano per qualsiasi motivo modifiche alla programmazione delle attività oggetto di sponsorizzazione, le quali incidano sul contenuto di un contratto di sponsorizzazione già stipulato, le parti rinegozieranno l’accordo, senza che, comunque, lo sponsor possa pretendere alcun indennizzo o risarcimento.

 

  1. CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA

Fermi restando gli impegni assunti dallo sponsor in termini finanziari e/o tecnici e fatta salva la possibilità per le parti di rinegoziazione i termini e le modalità di realizzazione della sponsorizzazione, le attività oggetto di sponsorizzazione di cui all’allegato A non potranno essere garantite, restando esclusa qualsiasi forma di responsabilità della Fondazione a qualunque titolo, nelle seguenti ipotesi:

1) In caso di sopravvenienza di norme che interessino la Fondazione o di provvedimenti degli Enti locali e/o delle Amministrazioni partecipanti, nonché dei soggetti titolari degli spazi teatrali, che abbiano incidenza sulle attività, sull’assetto istituzionale, economico ed organizzativo e sulle attuali competenze del Teatro della Toscana (quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, la cessazione o liquidazione della Fondazione, il mancato o ridotto versamento dei contributi previsti, la cessazione per qualunque causa dei contratti di concessione e gestione degli spazi teatrali);

2) in casi di positività e/o di quarantena e/o di isolamento fiduciario inerenti il personale impegnato nella preparazione e realizzazione delle attività, ovvero in caso di cluster e/o focolai epidemici presso gli spazi teatrali, tali da impedire la realizzazione delle attività o di singoli spettacoli;

3) in caso di reiterazione e/o di nuovi provvedimenti restrittivi adottati dalla Pubblica Autorità che sospendano o limitino le attività di pubblico spettacolo e tutti gli eventi in luogo pubblico o privato anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico, in ragione di emergenze sanitarie e/o pandemiche, in caso di annullamento, rinvio o cancellazione di attività od eventi per cause non riconducibili alla Fondazione.

 

  1. TUTELA DELLA RISERVATEZZA

In applicazione del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) e della normativa nazionale in materia di protezione dei dati personali, il Titolare del trattamento dei dati personali relativi al contratto è la Fondazione Teatro della Toscana. Lo Sponsor contraente, nella persona di un suo idoneo legale rappresentante, sarà nominato dal Titolare o da suo delegato, Responsabile del trattamento dei dati personali trattati in esecuzione del contratto, assumendo gli obblighi previsti dalla normativa sopra citata.
Nell’esecuzione del contratto, le parti si impegnano a rispettare e a far rispettare ai propri dipendenti/operatori il vincolo di massima riservatezza su tutti i dati personali coinvolti e trattati.

Le parti adotteranno tutte le necessarie misure di prevenzione e, in particolare, tutte le azioni legali necessarie per evitare la diffusione e l’utilizzo dei dati personali in violazione delle disposizioni sopra citate. Qualora la diffusione presso terzi dei dati personali, in violazione delle disposizioni suddette, sia stata causata da atti o fatti direttamente imputabili ad una delle parti e/o ai loro dipendenti e/o fornitori, il responsabile della violazione sarà tenuto a risarcire all’altra parte gli eventuali danni connessi alla violazione medesima. Il vincolo di riservatezza di cui al presente articolo continuerà ad avere valore anche dopo la conclusione del contratto e comunque finché i dati personali in questione siano soggetti all’applicazione delle disposizioni suddette.

 

  1. PENALI

Fatta salva ogni e maggior tutela ai sensi delle norme del codice civile, ivi incluso il risarcimento del maggior danno ai sensi dell’art. 2043 c.c., in caso di grave inadempimento rispetto all’obbligazione contrattuale di sponsorizzazione imputabile allo sponsor aggiudicatario, il contratto di sponsorizzazione, potrà essere risolto.

In caso di ritardo nell’esecuzione della prestazione oggetto di sponsorizzazione, la Fondazione si riserva di applicare una penale pari alla cifra indicata nel singolo contratto di sponsorizzazione.

 

  1. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E INFORMAZIONI

Il Responsabile del Procedimento è Marco Giorgetti.

Nella scheda delle attività sono indicati i soggetti ed i relativi riferimenti attraverso cui sarà possibile richiedere informazioni sulla specifica procedura di sponsorizzazione.

  1. FORO COMPETENTE

Il Foro competente per le eventuali controversie insorgenti nella fase di interpretazione e/o esecuzione del contratto di sponsorizzazione è quello di Firenze.

 

CONTATTI

Giulia Gigli Tel. 055-2264312 – Email: g.gigli@teatrodellatoscana.it


SCARICA Allegato A-scheda attività Fondazione Teatro della Toscana

SCARICA Allegato B-modulo presentazione offerta sponsorizzazione 22.23 Fondazione Teatro Toscana

SCARICA l’avviso in formato PDF

Pubblicato in Senza categoria

AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE RELATIVA ALL’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BIGLIETTERIA INFORMATIZZATA E DI VENDITA PER LA FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA – STAGIONI TEATRALI 2022/2023, 2023/2024 E 2024/2025

PROROGA DEI TERMINI

Si comunica che per permettere agli operatori economici interessati il corretto invio della documentazione secondo le modalità di cifratura riportate nell’avviso, il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse è prorogato alla data del 14 giugno 2022 ore 18.

Conseguentemente, la password di decriptazione della sola Cartella A (Documentazione Amministrativa), dovrà essere inviata, successivamente al predetto termine stabilito per l’invio della documentazione, entro le ore 18 del giorno 15/06/2022.

Restano valide, per le altre password di decriptazione, le indicazioni di cui all’avviso pubblicato.


Prot. N. 924 del 30/05/2022
CIG 924548820F

Ai sensi di quanto previsto dal D.lgs. n. 50/2016 e più specificamente, dall’articolo 36 co. 2 lettera b), la Fondazione Teatro della Toscana (di seguito anche “Fondazione”) rende nota l’intenzione di individuare gli operatori economici, in possesso di adeguata qualificazione e dei requisiti richiesti, dai quali acquisire manifestazioni di interesse e preventivi ai fini dell’affidamento del servizio sotto indicato, tra quelli che avranno fatto pervenire la documentazione richiesta nei tempi e modi previsti dal presente avviso.


Stazione Appaltante

Denominazione: Fondazione Teatro della Toscana.

Indirizzo: via della Pergola 12/32 – 50121 Firenze

Responsabile Unico del Procedimento è Marco Giorgetti

Eventuali chiarimenti possono essere richiesti entro le ore 18.00 del 03/06/2022 ai seguenti contatti:

Simona Mammoli Tel. 055-2264332 – Email: s.mammoli@teatrodellatoscana.it

Carlo Manao Tel. 055-2264367 – Email: c.manao@teatrodellatoscana.it

Indirizzo di posta elettronica certificata: teatrodellatoscana@legalmail.it

Indirizzo internet: www.teatrodellatoscana.it


Procedura di affidamento

L’assegnazione dell’appalto avverrà nella forma dell’affidamento diretto, ex articolo 36 co. 2 D.lgs. 50/2016, “previa valutazione di almeno n. 5 operatori economici individuati sulla base di un’indagine di mercato”, attraverso una procedura da perfezionarsi sul portale Acquistinrete.PA, strumento telematico di acquisto MePA.

A seguito dell’acquisizione delle manifestazioni di interesse e sulla base dei preventivi ricevuti verrà, quindi, stilato un mero elenco di operatori economici idonei, a cui rivolgere invito a partecipare ad una Trattativa Diretta o ad una Richiesta di Offerta attraverso il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA). Risulta, a tale scopo, necessario che tutti gli operatori economici interessati siano registrati e abilitati sulla medesima piattaforma MePA.

Il presente avviso è, pertanto, finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni d’interesse e preventivi per favorire la partecipazione e la consultazione di più operatori economici, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza, contemplati nel D.lgs. 50/2016.

Al termine del procedimento di cui al presente Avviso non verranno stilate graduatorie di merito o attribuzione di punteggi.

Non è, pertanto, indetta alcuna procedura di gara, di affidamento concorsuale e non sono previste graduatorie di merito o attribuzione di punteggi, trattandosi di un’indagine di mercato non vincolante per la Fondazione, in attuazione del principio di pubblicità preventiva, finalizzata all’individuazione di almeno n. 5 operatori economici proponenti, da valutare nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza.

La Fondazione si riserva la facoltà di interrompere in qualsiasi momento, ovvero sospendere, modificare o annullare, in tutto o in parte, il presente procedimento e/o di non dare seguito alla valutazione dei preventivi per l’affidamento del servizio di cui trattasi, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa ad alcun titolo, tutto incluso e nulla escluso.


Valore e Durata dell’affidamento

Valore stimato dell’appalto: 213.904,00 iva esclusa.

Durata: 34 mesi dalla data di stipula del contratto sulla piattaforma digitale o in altra modalità.


Oggetto dell’affidamento

L’appalto ha per oggetto l’organizzazione e la gestione del servizio di biglietteria informatizzata relativa agli spazi gestiti dalla Fondazione Teatro della Toscana, per il periodo relativo alle stagioni teatrali 2022/2023, 2023/2024 e 2024/2025, attraverso un sistema informatico di vendita presso le biglietterie dei teatri e presso i punti remoti (on line e punti vendita), secondo le modalità operative e di funzionamento previste, nonché secondo tutto quanto indicato, nel Capitolato Speciale e nel Capitolato Tecnico allegati, che costituiranno parte integrante della lex specialis di gara per il successivo affidamento.

In particolare, è richiesta la fornitura di un sistema integrato di biglietteria elettronica (software, hardware, stampanti e lettori per il controllo accessi integrati con il sistema di biglietteria, secondo quanto meglio di seguito dettagliato), che, a pena di esclusione dell’offerta presentata e di revoca dell’aggiudicazione, sia omologato SIAE / Agenzia delle Entrate, sia comprensivo del servizio di supporto e assistenza e manutenzione per tutte le postazioni oggetto di fornitura, nonché comprensivo della formazione del personale della Fondazione che sarà impiegato per il funzionamento del servizio di biglietteria.


Luogo di esecuzione

Sede Legale Fondazione Teatro della Toscana – Teatro della Pergola, via della Pergola 12/32, 50123 Firenze.


Soggetti ammessi e requisiti

Le manifestazioni di interesse di cui al presente avviso possono essere presentate esclusivamente dagli operatori economici di cui all’art. 45 del D.lgs. 50/2016 che dimostrino di possedere i seguenti requisiti, da attestare mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà:

a) Essere iscritti nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio;

b) Essere in regola con il versamento di contributi ed imposte (DURC);

c) Insussistenza delle cause di esclusione previste all’art. 80 del D.lgs. 50/2016;

d) Possedere, come oggetto sociale, lo svolgimento di attività di impresa rientranti nel settore dei servizi di Organizzazione e Gestione integrata di eventi, ovvero nel settore dei servizi di Information and Communication Technologies (ICT) o in settori affini;

e) Aver svolto analogo servizio o servizi affini, con preferenza per la fornitura di un sistema integrato di biglietteria elettronica in favore di Enti o Istituzioni operanti nel settore teatrale e/o culturale, nel biennio antecedente la pubblicazione del presente avviso (2020-2021).

L’operatore economico offerente dovrà, inoltre, essere regolarmente iscritto ed abilitato sulla piattaforma MePA, nella categoria “Servizi di Organizzazione e Gestione integrata di eventi”, ovvero nella categoria “Servizi per l’Information & Communication Technology”, o in categorie affini, al momento della presentazione della manifestazione di interesse, o, al più tardi, al momento della pubblicazione della procedura di affidamento sul portale.


Modalità di presentazione della manifestazione di interesse

Gli operatori economici in possesso dei requisiti sopraindicati potranno manifestare il proprio interesse al presente avviso mediante invio della documentazione richiesta, unitamente a copia di un documento di identità del legale rappresentante, entro le ore 18.00 del 10 giugno 2022, esclusivamente via PEC, ai seguenti indirizzi di posta elettronica certificata:

PEC teatrodellatoscana@legalmail.it


Documentazione richiesta

Gli operatori economici dovranno manifestare interesse inviando al suddetto recapito la documentazione di seguito indicata, redatta in formato “pdf” e sottoscritta con firma digitale.

Per ciascuna tipologia di documentazione (Amministrativa, Tecnica ed Economica), l’operatore economico proponente dovrà creare e trasmettere all’indirizzo PEC sopra indicato una singola cartella compressa in formato “zip” (Cartella A – Documentazione Amministrativa; Cartella B – Documentazione Tecnica, Cartella C – Documentazione Economica), contenente i documenti richiesti, leggibile esclusivamente attraverso una specifica chiave di decriptazione, che sarà utilizzata successivamente al termine di scadenza previsto per l’invio delle manifestazioni di interesse, in modo tale da esaminare il contenuto delle domande di partecipazione e dei preventivi soltanto dopo la scadenza del termine stabilito per la loro presentazione.

La dimensione della singola Cartella in formato “zip” criptata non deve superare i 30MB.

Al fine di ridurre le dimensioni complessive della documentazione entro il limite ammesso dalla procedura, si suggerisce di evitare, per quanto possibile, l’acquisizione di documenti a mezzo scansione. Nel caso ciò non sia possibile potrebbe essere necessario ricorrere ad una elaborazione aggiuntiva per ridurre la dimensione dei documenti. Si suggerisce pertanto di apporre la firma digitale direttamente sui file pdf.

Le cartelle compresse devono essere criptate attraverso un sistema di cifratura, in modo tale da garantire la massima riservatezza del contenuto, anche ai sensi e per gli effetti di quanto disposto dall’articolo 52 co. 5 D.lgs. 50/2016.

Il software da utilizzare a tale scopo è Encrypto, scaricabile gratuitamente dal sito del produttore all’indirizzo https://macpaw.com/encrypto (verificare la compatibilità col proprio sistema operativo).

L’Operatore Economico deve comunicare alla Fondazione le password per la decriptazione dei file, entro la finestra temporale dedicata a ciascuna cartella zip, specificandole in chiaro nel corpo dei messaggi PEC e rispettando la seguente tempistica:

  • password della Cartella A, inviare dopo il termine stabilito per l’invio della documentazione di gara e, comunque, entro le ore 18 del giorno 11/06/2022;
  • password delle Cartelle B e C, da inviare solo su richiesta scritta della Stazione Appaltante.


N.B. In nessun caso i codici che consentono l’accesso al contenuto delle tre Cartelle protette dovranno essere inclusi nella PEC di invio delle stesse.
Qualora la PEC di invio delle Cartelle contenesse i codici, l’offerente sarà escluso dalla procedura.
L’invio dei codici di decriptazione della Cartella A non dovrà essere, pertanto, effettuato in data antecedente la scadenza del 10/06/2022 ore 18, pena l’esclusione dalla procedura di affidamento.

Cartella A – Documentazione Amministrativa

  • Domanda di partecipazione redatta in carta libera, con riferimenti al presente appalto ed intestazione della Società proponente, comprensiva di contatti mail e telefonici e della dichiarazione sostitutiva attestante il possesso dei requisiti di cui alle precedenti lettere da a) ad e);
  • Modello di autocertificazione, da compilare secondo il modello scaricabile on line sul sito teatrodelltoscana.it, al link Modulo di autocertificazione;
  • Modello DGUE, da compilare secondo il modello scaricabile on line sul sito teatrodelltoscana.it, al link Schema di formulario DGUE
  • Polizza assicurativa per il rischio di impresa, secondo quanto previsto all’articolo 8 del Capitolato Speciale di Appalto.

 

Cartella B – Documentazione Tecnica

  • Progetto Tecnico, redatto secondo quanto indicato nel Disciplinare Tecnico allegato al presente avviso

 

Cartella C – Documentazione Economica


Si ricorda che l’elemento prezzo ed eventuali riferimenti ad elementi economici non devono essere contenuti nell’offerta tecnica, né nella documentazione amministrativa, pena l’esclusione dell’offerta
.

L’invio della suddetta documentazione è a totale ed esclusivo rischio del mittente, restando esclusa qualsivoglia responsabilità della Fondazione, ove, per qualsiasi motivo, la documentazione non pervenga entro il previsto termine perentorio all’indirizzo di posta elettronica di destinazione.
La Fondazione si riserva di non prendere in considerazione i preventivi oltre la suddetta scadenza.
La manifestazione di interesse dovrà avere una validità di almeno 180 giorni dalla sua presentazione.
La Fondazione potrà avvalersi della facoltà, successivamente all’acquisizione delle domande, di non procedere né all’indizione di una procedura di affidamento, né al successivo affidamento, motivandone le ragioni a sua insindacabile discrezione.
La Fondazione si riserva, inoltre, di affidare il servizio anche in presenza di una sola manifestazione di interesse valida, rispondente ai requisiti richiesti.


Stipula del contratto

Le manifestazioni di interesse ed i preventivi pervenuti nei termini e con le modalità previste saranno valutate sulla base dei requisiti prescritti nel presente Avviso.
La Fondazione si riserva di chiedere chiarimenti ai singoli soggetti in merito a ciascun punto delle proposte pervenute.
Le manifestazioni di interesse pervenute saranno valutate discrezionalmente dalla Stazione Appaltante, secondo criteri di convenienza, opportunità, efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa.
La stipula del contratto avverrà attraverso il perfezionamento di apposita procedura di Trattativa Diretta o di Richiesta di Offerta sulla piattaforma elettronica MePA.


Durata e valore del contratto – Proroga tecnica

La durata complessiva del servizio specificato in oggetto sarà di 34 mesi, decorrenti dalla data di stipula del contratto sulla piattaforma digitale.

La Fondazione si riserva, inoltre, la facoltà di prorogare la durata del contratto (proroga tecnica) per il tempo necessario alla conclusione delle procedure per l’individuazione di un nuovo contraente.

L’importo stimato dell’appalto per l’intera durata del contratto, al fine di formulare un’offerta migliorativa in favore della Fondazione, ammonta a complessivi € 213.904,00 oltre IVA.

Tale valore è solo presunto ed è riferito agli importi, calcolati su base storica, corrisposti dalla Fondazione per analogo servizio nelle precedenti annualità.

Lo stesso, pertanto, potrà essere rivisto ed aggiornato anche sulla base delle manifestazioni di interesse pervenute.


Oneri dell’appaltatore

L’appaltatore si impegna:

– all’esecuzione del servizio secondo le vigenti norme di legge e di Capitolato Speciale;

– a soddisfare tutti i punti presenti nell’allegato Capitolato Tecnico e/o eventuali ulteriori specifiche emerse a seguito di un confronto concorrenziale conseguente all’invio delle manifestazioni di interesse.


Controversie

Per qualsiasi controversia relativa all’interpretazione, validità, efficacia, esecuzione, attuazione e risoluzione di quanto previsto nel presente avviso o nel contratto, o comunque dipendente dai medesimi, il Foro territorialmente competente sarà esclusivamente quello di Firenze.


Pubblicazione Avviso

Il presente avviso è pubblicato sul sito della Fondazione www.teatrodellatoscana.it per la durata di 10 giorni.


Richiesta chiarimenti

Gli interessati possono chiedere notizie e chiarimenti inerenti il presente avviso utilizzando esclusivamente gli indirizzi mail: s.mammoli@teatrodellatoscana.it e c.manao@teatrodellatoscana.it.


Trattamento dei dati

Nella procedura in oggetto saranno rispettati i principi di riservatezza delle informazioni fornite, ai sensi del d.lgs. n. 196/2003 e successive modificazioni, compatibilmente con le funzioni istituzionali, le disposizioni di legge e regolamentari concernenti i pubblici affidamenti e le disposizioni riguardanti il diritto di accesso ai documenti ed alle informazioni.

In particolare, in ordine al procedimento instaurato da questa procedura:

a) le finalità cui sono destinati i dati raccolti ineriscono alla verifica della capacità dei concorrenti di partecipare alla gara in oggetto;

b) i dati forniti saranno raccolti, registrati, organizzati e conservati per le finalità di gestione della procedura e potranno essere trattati sia mediante supporto cartaceo che elettronico, anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto contrattuale per le finalità del rapporto medesimo;

c) il conferimento dei dati richiesti è un onere ai fini dell’affidamento;

d) i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati sono: 1) il personale interno della Fondazione; 2) ogni altro soggetto che abbia interesse ai sensi della legge n. 241/1990;

e) i diritti spettanti all’interessato sono quelli di cui all’art. 7 del d.lgs. n. 196/2003, cui si rinvia e titolare del trattamento è Fondazione Teatro della Toscana.

 

Pubblicato in Senza categoria

AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE RELATIVA ALL’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INTEGRATI DI TELEFONIA E CONNETTIVITÀ FISSA E MOBILE PER LA FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA

CPV 64210000-1 – Servizi telefonici e di trasmissione dati
CPV 64212000-5 – Servizi di telefonia mobili

Ai sensi di quanto previsto dal D.lgs. n. 50/2016, la Fondazione Teatro della Toscana (di seguito anche “Fondazione”) rende nota l’intenzione di individuare gli operatori economici, in possesso di adeguata qualificazione e dei requisiti richiesti, tra quelli che avranno fatto pervenire manifestazione di interesse nei tempi e modi previsti dal presente avviso, ai fini del successivo affidamento del servizio sotto indicato.


Stazione Appaltante

Denominazione: Fondazione Teatro della Toscana.

Indirizzo: via della Pergola 12/32 – 50121 Firenze

Responsabile Unico del Procedimento è Marco Giorgetti

Eventuali chiarimenti possono essere richiesti entro le ore 18.00 del 01/06/2022 ai seguenti contatti:

Luigi Perla: Tel. 055-2264307 – Email: l.perla@teatrodellatoscana.it

Indirizzo di posta elettronica certificata: teatrodellatoscana@legalmail.it

Indirizzo internet: www.teatrodellatoscana.it


Procedura di affidamento

L’assegnazione avverrà nella forma dell’affidamento ex articolo 36 D.lgs. 50/2016, attraverso una procedura telematica da perfezionarsi sul portale AcquistinretePA – MePA.

Il presente avviso è finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni d’interesse per favorire la partecipazione e la consultazione di più operatori economici nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza, contemplati nel D.lgs. 50/2016.

Non è, pertanto, indetta alcuna procedura di gara, di affidamento concorsuale e non sono previste graduatorie di merito o attribuzione di punteggi, trattandosi di un’indagine di mercato non vincolante per la Fondazione, in attuazione del principio di pubblicità preventiva, finalizzata all’individuazione di operatori economici da consultare nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza.

La Fondazione si riserva la facoltà di interrompere in qualsiasi momento, ovvero sospendere, modificare o annullare, in tutto o in parte, il presente procedimento e/o di non dare seguito alla selezione per l’affidamento della gestione di cui trattasi, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa ad alcun titolo.


Durata dell’affidamento

36 mesi dalla data di stipula del contratto sulla piattaforma digitale.


Oggetto dell’affidamento

L’affidamento avrà ad oggetto la fornitura di servizi integrati di telefonia e connettività fissa e mobile per la Fondazione Teatro della Toscana, da rendersi secondo le caratteristiche, le funzionalità, le specifiche tecniche e le prestazioni minime essenziali più specificatamente descritti nell’allegato 1 “Capitolato Tecnico”.
Il servizio dovrà essere avviato entro e non oltre 30 giorni decorrenti dalla data di stipula del contratto.


Luogo di esecuzione

Sede principale: Teatro della Pergola, Via della Pergola 12/32, 50123 Firenze (Fi)

Sedi gestite o di futura gestione: Teatro Era, Via Indipendenza snc – 56025 Pontedera (PI); Teatro di Rifredi, Via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze (FI); Ex Cinema Goldoni Via de’ Serragli, 107 – 50124 Firenze (FI).


Soggetti ammessi e requisiti

Le manifestazioni di interesse di cui al presente avviso possono essere presentate esclusivamente dagli operatori economici di cui all’art. 45 del D.lgs. 50/2016 che dimostrino di possedere i seguenti requisiti, da attestare mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà:

  1. Requisiti di ordine generale
    a) Insussistenza delle cause di esclusione previste all’art. 80 del D.lgs. 50/2016;
    b) Essere in regola con il versamento di contributi ed imposte (DURC);
    c) Essere regolarmente iscritto ed abilitato sulla piattaforma MePA nella categoria “Servizi di telefonia e connettività” al momento della partecipazione alla manifestazione di interesse;
  2. Requisiti di idoneità professionale
    a) Essere iscritti nel registro delle imprese per la Camera di Commercio;
    b) Aver svolto analogo servizio o servizi affini, nel biennio antecedente la pubblicazione del presente avviso (2020-2021).
  3. Requisiti di capacità economico-finanziaria
    a) fatturato specifico, di cui all’art. 83, comma 4, lett. a) del D.lgs. n. 50/2016 s.m.i., per i servizi relativi al settore oggetto di gara conseguito negli ultimi tre esercizi per un importo complessivo nel triennio non inferiore a € 30.000.000.
    Ai sensi dell’art. 83, comma 5, secondo periodo, il fatturato specifico viene richiesto al fine di assicurare che gli operatori economici candidati siano contraddistinti da una struttura economico-finanziaria che garantisca stabilità organizzativa ed operativa.

Modalità di presentazione della manifestazione di interesse

Gli operatori economici in possesso dei requisiti sopraindicati potranno manifestare il proprio interesse al presente avviso mediante invio della documentazione richiesta, unitamente a copia di un documento di identità del legale rappresentante, entro le ore 18.00 del 01 giugno 2022, esclusivamente via PEC, ai seguenti indirizzi di posta elettronica certificata:

PEC teatrodellatoscana@legalmail.it


Documentazione richiesta

Gli operatori economici interessati dovranno presentare domanda inviando al suddetto recapito la seguente documentazione, redatta in formato pdf e sottoscritta con firma digitale:

  • Domanda di partecipazione in carta libera, con intestazione e riferimenti della Società proponente;
  • Documento, redatto in carta libera, di presentazione della Società proponente, comprensivo di contatti mail e telefonici, recante l’indicazione: dei principali servizi svolti, analoghi o affini a quelli oggetto di appalto, nel triennio antecedente la pubblicazione del presente avviso (2019-2020-2021), con indicazione del fatturato realizzato nel triennio; del numero e della tipologia delle specifiche professionalità messe a disposizione per l’esecuzione del servizio. .
  • Modello DGUE scaricabile online al link www.teatrodellatoscana.it/bandi-di-gara/servizintegraticonnettivita

L’invio della suddetta documentazione è a totale ed esclusivo rischio del mittente, restando esclusa qualsivoglia responsabilità della Fondazione, ove, per qualsiasi motivo, la documentazione non pervenga entro il previsto termine perentorio all’indirizzo di posta elettronica di destinazione.
La Fondazione si riserva di non prendere in considerazione le istanze pervenute oltre la suddetta scadenza.
La manifestazione di interesse dovrà avere una validità di almeno 180 giorni dalla sua presentazione.
La Fondazione potrà avvalersi della facoltà, successivamente all’acquisizione delle domande, di non procedere né all’indizione di una procedura di affidamento né al successivo affidamento, motivandone le ragioni. La Fondazione si riserva, inoltre, di affidare il servizio anche in presenza di una sola manifestazione di interesse valida, rispondente ai requisiti richiesti.


Stipula del contratto

Le manifestazioni di interesse pervenute nei termini e con le modalità previste saranno valutate sulla base dei requisiti prescritti nel presente Avviso.

La Fondazione si riserva di chiedere chiarimenti ai singoli soggetti in merito a ciascun punto delle proposte pervenute. Le manifestazioni di interesse pervenute saranno valutate discrezionalmente dalla Stazione Appaltante, secondo criteri di convenienza, opportunità, efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa. La stipula del contratto avverrà attraverso il perfezionamento di apposita procedura sulla piattaforma elettronica MePA e la stessa sarà regolamentata da apposito Capitolato Speciale.


Durata e valore del contratto – Proroga

La durata complessiva del servizio specificato in oggetto sarà di 36 mesi, decorrenti dalla data di stipula del contratto sulla piattaforma.

La Fondazione si riserva, altresì, la facoltà di prorogare la durata del contratto per il tempo necessario alla conclusione delle procedure per l’individuazione di un nuovo contraente.

L’importo stimato dell’appalto per l’intera durata del contratto, al fine di formulare un’offerta migliorativa in favore della Fondazione, ammonta a complessivi 65.000,00 oltre IVA.

Tale importo è solo presunto ed è riferito agli importi corrisposti dalla Fondazione per analogo servizio nelle precedenti annuali e potrà essere rivisto ed aggiornato anche sulla base delle manifestazioni di interesse presentate.

La Fondazione si riserva, inoltre, la facoltà di procedere ad affidare la ripetizione di servizi analoghi a quelli affidati al soggetto aggiudicatario, ai sensi e per gli effetti dell’art. 63, comma 5, del D.lgs. 50/2016, per ulteriori 36 mesi (3 anni) successivamente alla scadenza del contratto iniziale, previa, in ogni caso, verifica circa i risultati dell’appalto, la disponibilità finanziaria, la convenienza e il pubblico interesse.

L’importo stimato dell’appalto per l’intera durata contrattuale, ivi compreso il periodo di ripetizione ammonta, pertanto, ad € 130.000,00 iva esclusa.


Oneri dell’appaltatore

L’appaltatore si impegna:

  • alla esecuzione del servizio secondo le vigenti norme di legge e di Capitolato Speciale;
  • a soddisfare tutti i punti presenti nell’allegato 1 “Capitolato Tecnico” e/o eventuali ulteriori specifiche emerse a seguito di un confronto concorrenziale conseguente all’invio delle manifestazioni di interesse.

Controversie

Per qualsiasi controversia relativa all’interpretazione, validità, efficacia, esecuzione, attuazione e risoluzione di quanto previsto nel presente avviso o nel contratto, o comunque dipendente dai medesimi, il Foro territorialmente competente sarà esclusivamente quello di Firenze.


Pubblicazione Avviso

Il presente avviso è pubblicato sul sito della Fondazione www.teatrodellatoscana.it per la durata di 15 giorni.


Richiesta chiarimenti

Gli interessati possono chiedere notizie e chiarimenti inerenti il presente avviso utilizzando esclusivamente l’indirizzo mail l.perla@teatrodellatoscana.it.


Trattamento dei dati

Nella procedura in oggetto saranno rispettati i principi di riservatezza delle informazioni fornite, ai sensi del d.lgs. n. 196/2003 e successive modificazioni, compatibilmente con le funzioni istituzionali, le disposizioni di legge e regolamentari concernenti i pubblici affidamenti e le disposizioni riguardanti il diritto di accesso ai documenti ed alle informazioni.

In particolare, in ordine al procedimento instaurato da questa procedura:

  1. le finalità cui sono destinati i dati raccolti ineriscono alla verifica della capacità dei concorrenti di partecipare alla gara in oggetto;
  2. i dati forniti saranno raccolti, registrati, organizzati e conservati per le finalità di gestione della procedura e potranno essere trattati sia mediante supporto cartaceo che elettronico, anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto contrattuale per le finalità del rapporto medesimo;
  3. il conferimento dei dati richiesti è un onere ai fini dell’affidamento;
  4. i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati sono: 1) il personale interno della Fondazione; 2) ogni altro soggetto che abbia interesse ai sensi della legge n. 241/1990;
  5. i diritti spettanti all’interessato sono quelli di cui all’art. 7 del d.lgs. n. 196/2003, cui si rinvia e titolare del trattamento è Fondazione Teatro della Toscana.

 

Pubblicato in Senza categoria

CORSI DI FORMAZIONE 2022
LABORATORIO D’ARTE DEL TEATRO DELLA PERGOLA

DECORAZIONE E INVECCHIAMENTO DEL TESSUTO

Online i nuovi Corsi di formazione 2022 del Laboratorio d’Arte del Teatro della Pergola.

Un’offerta formativa sui mestieri del teatro, strutturata in una serie di corsi e workshop tematici sia di carattere pratico che teorico.

→ Scopri i nuovi Corsi

Iscrizioni
Compila il modulo online
È possibile iscriversi ai corsi fino ad una settimana prima dell’inizio degli stessi.

Informazioni
formazione@teatrodellatoscana.it
055.2264370

Pubblicato in Senza categoria

SCRITTURE, SCUOLA DI DRAMMATURGIA: Al Teatro Comunale di Bolzano prende voce il teatro di domani

Scritture al Teatro Comunale di Bolzano

Gran finale per Scritture, scuola di drammaturgia nata dalla collaborazione di cinque prestigiose istituzioni teatrali

Dal 16 al 21 novembre in calendario 14 letture sceniche

Gran finale per la prima edizione di Scritture, scuola itinerante di drammaturgia promossa da Riccione Teatro con Sardegna Teatro, Teatro Bellini di Napoli, Teatro della Toscana e Teatro Stabile di Bolzano.

Proprio nel capoluogo altoatesino, sede dell’ultimo ciclo di incontri, saranno presentati gli esiti finali della scuola, diretta dalla drammaturga Lucia Calamaro e scandita in tutte le città partner da lezioni, prove e masterclass con drammaturghi e scrittori.

Nell’arco di sei mesi, ciascuno degli allievi è stato accompagnato nella stesura di un suo nuovo testo per la scena: in tutto quattordici drammaturgie originali che ora vengono portate sul palco del Teatro Comunale di Bolzano con un ciclo di mise en espace in programma, alle ore 18, da martedì 16 novembre a domenica 21 novembre (ingresso 2.50€). Leggi tutto

Pubblicato in Senza categoria

FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA AL LUBEC LUCCA BENI CULTURALI

Nell’ambito di Lubec Lucca Beni Culturali 2021, la Fondazione Teatro della Toscana sarà presente all’incontro Imprese dello spettacolo e territori: reti pubblico-privato, inclusione e produzione autoriale giovanile nelle politiche della prossima programmazione di venerdì 8 ottobre, dalle ore 9.45 alle ore 13.

Tra gli interventi previsti, nel focus Giovani generazioni e sperimentazione ci sarà quello di Pier Paolo Pacini, Direttore del Centro di Avviamento all’Espressione.

Scopri qui il programma

Pubblicato in Senza categoria

COMMEDIA DELL’INFERNO.0 AL MAXXI

Edoardo Sanguineti al MAXXI

un’opera contemporanea

In collaborazione con

MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo
Teatro di Roma – Teatro Nazionale
Conservatorio Nazionale Santa Cecilia
Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani
Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi
Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté
Fondazione Teatro della Toscana – Centro d’Avviamento all’Espressione
Liceo Artistico Ripetta di Roma

La Commedia dell’Inferno è un progetto di alta formazione e specializzazione, rivolto alla specializzazione di 14 attori formati nelle principali Scuole d’Arte Drammatica italiane, che approderà al MAXXI nella sua forma di spettacolo a novembre 2021 e che rientra nel progetto ministeriale La Commedia dell’Inferno – Travestimento e dissimulazione tra neuroscienze e prassi scenica a 700 anni dalla morte di Dante. Leggi tutto

Pubblicato in Senza categoria

LA PERGOLA – CONFESSIONI DI UN TEATRO

La Pergola - Confessioni di un Teatro - Foto Lorenzo Burlando - Courtesy Teatro della Toscana

Un viaggio memorabile nella storia di uno dei teatri più antichi d’Italia

Raccontato da Stefano Accorsi, con le melodie originali di Rodrigo D’Erasmo

GIOVEDÌ 30 SETTEMBRE, ORE 21.15
in prima visione su Sky Arte e in streaming su NOW

Disponibile on demand sulla piattaforma Sky e su Now:

· Giovedì 30 settembre, ore 21.15 
· Venerdì 1 ottobre, ore 14.30
· Domenica 3 ottobre, ore 17.10
· Martedì 5 ottobre, ore 16.30
· Giovedì 7 ottobre, ore 20
· Sabato 9 ottobre, ore 12.30
· Domenica 10 ottobre, ore 20.15

Il Teatro della Pergola, teatro storico nel pieno centro di Firenze, è uno dei più antichi e importanti del Paese. Fondato verso la metà del 1600, la sua storia si incontra e si fonde con la storia stessa d’Italia, i più grandi compositori e impresari teatrali sono passati per le sue quinte e i suoi palchi hanno visto divertire le persone più importanti dell’epoca. La Pergola – Confessioni di un Teatro, il 30 settembre alle 21.15 in prima visione su Sky Arte (canali 400 e 120) e in streaming su NOW, è un magnifico viaggio nei dietro le quinte del palco che hanno solcato i più grandi attori, cantanti lirici e personaggi storici. Leggi tutto

Pubblicato in Senza categoria

DANTE IN PIAZZA!

Dante in Piazza! - Grafica Ginevra Boni

1 ottobre, ore 17
Piazza Santa Croce

Un happening cittadino che coinvolge 6 scuole primarie di Firenze: 300 bambini vestiti da Dante saranno protagonisti, insieme alle loro famiglie, di una performance collettiva per celebrare la figura del sommo poeta fiorentino.

Dante in Piazza! è promosso dalla Fondazione CR Firenze, a cura di Venti Lucenti all’interno del Progetto TEATRO URBANO in collaborazione con la Fondazione Teatro della Toscana e in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze (Chiavi della Città).
Leggi tutto

Pubblicato in Senza categoria

NUOVI CORSI LABORATORIO D’ARTE DEL TEATRO DELLA PERGOLA

La maschera teatrale - Foto Filippo Manzini

Online i nuovi Corsi di formazione 2021 del Laboratorio d’Arte del Teatro della Pergola.

Un’offerta formativa sui mestieri del teatro, strutturata in una serie di corsi e workshop tematici sia di carattere pratico che teorico.

Scopri i nuovi Corsi

Iscrizioni
Compila il modulo online
È possibile iscriversi ai corsi fino ad una settimana prima dell’inizio degli stessi.

Informazioni
formazione@teatrodellatoscana.it
055.2264370

Pubblicato in Senza categoria

“SCRITTURE” SCUOLA DI DRAMMATURGIA IN RESIDENZA AL TEATRO ERA

Scritture in residenza al Teatro Era - grafica Studio Luca Sarti e Inserirefloppino

La Fondazione Teatro della Toscana, forte del suo progetto di Teatro d’arte orientato ai giovani, ha aderito da subito e con entusiasmo alla Scuola di drammaturgia Scritture diretta da Lucia Calamaro.

Il progetto racchiude tutte le specificità di una linea culturale che è di per sé ricerca e rischio, in quanto tesa alla valorizzazione dei nuovi talenti e a una ricerca fattiva dei contenuti di massima attualità e urgenza, che sono la base su cui la Fondazione sta costruendo l’identità di un nuovo teatro.

Fino a domenica Scritture sarà in residenza al Teatro Era di Pontedera.
Da lunedì a venerdì le lezioni saranno tenute dalla direttrice della Scuola, Lucia Calamaro.
Sabato e domenica “salirà in cattedra” il poeta Davide Rondoni.

L’impegno della Fondazione per il Teatro Era, accanto alla storica attenzione per la drammaturgia contemporanea, trova nuove forme e nuovi spazi per l’incontro tra giovani e artisti affermati, come dimostra la settimana di Scritture a Pontedera.

Contaminazione dei linguaggi, pluralità delle proposte, compresenza di tradizione e innovazione: questa la precisa vocazione del luogo che è stata l’ultima casa di Jerzy Grotowski.

Grafica Studio Luca Sarti e Inserirefloppino

Pubblicato in Senza categoria

Fondazione Teatro della Toscana e Paolo Penko Bottega Orafa insieme per Artigianato e Palazzo 2021

La donna volubile - Foto Filippo Manzini

La magia del teatro per uno spettacolo che intreccia il mondo della cultura con quello dell’artigianato fiorentino.

Dal 16 al 19 settembre in mostra a Palazzo Corsini per Artigianato e Palazzo i costumi di Elena Bianchini (assistente Eleonora Sgherri) del Laboratorio d’Arte del Teatro della Pergola e i gioielli di Riccardo Penko per Paolo Penko Bottega Orafa creati per La donna volubile di Carlo Goldoni, diretto da Marco Giorgetti e prodotto dalla Fondazione Teatro della Toscana e l’Oltrarno, la Scuola di formazione del mestiere dell’attore diretta da Pierfrancesco Favino. Si tratta dell’opera che ha riaperto il Teatro della Pergola nel maggio scorso nel segno della Lingua Italiana, dei Giovani, dell’Europa, dei Classici.

Siamo di fronte a una collaborazione che mette a confronto le antiche manualità proprie della storia artigianale del teatro con importanti esperienze artistiche, per dare un nuovo impulso a quel particolare tipo di cultura che da secoli caratterizza in termini universali la nostra identità: il saper fare.

In mostra a Palazzo Corsini anche altre creazioni del Laboratorio d’Arte per produzione del Teatro della Toscana come I giganti della montagna di e con Gabriele Lavia, Pinocchio di Pier Paolo Pacini con i giovani del Corso per Attori ‘Orazio Costa’, Emily Dickinson con Daniela Poggi.

 

Pubblicato in Senza categoria

DAL 10 SETTEMBRE SARÀ NUOVAMENTE ATTIVO IL SERVIZIO CORTESIA DEL TEATRO DELLA PERGOLA

Si comunica che, per tutte le informazioni, a partire dal 10 settembre sarà nuovamente attivo il Servizio Cortesia del Teatro della Pergola – che risponderà al numero 055.0763333 – dal martedì al sabato dalle ore 10 alle ore 19, la domenica dalle ore 10 alle ore 13.30.

Per rimanere aggiornati su tutte le novità potete iscrivervi qui alla newsletter del Teatro della Pergola.

Pubblicato in Senza categoria

ELENCO DEFINITIVO AMMESSI WORKSHOP “OFFICINA AMERICANA”

Bando Officina Americana - Immagine Walter Sardonini

Fondazione Teatro della Toscana

in collaborazione con il Teatro La Comunità di Roma

I candidati ritenuti idonei alla partecipazione al workshop “Officina Americana” sono (in ordine alfabetico):

1. ACOSTA TOMAS

2. AZZONI GIANFILIPPO

3. BARTOLI CECILIA

4. CANGEMI IRENE

5. CARCASCI LORENZO

6. CARPICECI ANDREA

7. CASAMONTI MARIA

8. CASANO PIETRO

9. CIANI IRENE

10. COEN TIRELLI GIACOMO

11. D’ALOIA GIULIA

12. FACCHINI FABIO

13. FILIBERTI ALESSIA

14. GARIVALIS ANDREAS

15. GENOVA ALFONSO

16. GUIDI MICHELE

17. INDIVERI DOMENICO

18. LIMARDI ANNALISA

19. MAFFETTI ANDREA

20. MARTINELLI ILARIA

21. MENCI SOFIA

22. MIGLIORETTO ANTONELLA

23. MORUCCI NICOLA

24. PACELLI ANDREA

25. PANNIA LAURA

26. SANTI MARCO

27. TADDEI EMANUELE

28. TAMBURINI GIACOMO

29. TERRANEGRA FRANCESCO

30. TEWELDE ARON

 

Contatti

info@teatrolacomunità.com
Grazia Sgueglia
339.5898413

Pubblicato in Senza categoria

Pergola, 360 anni dalla prima esecuzione de “L’Ercole in Tebe”: torna alla luce lo spartito originale

L’Ercole in Tebe

Celebrò la fine dei lavori al Teatro della Pergola di Firenze, aperto quattro anni prima, nel 1657

12 luglio 1661 – 12 luglio 2021: ha compiuto 360 anni la prima esecuzione musicale de L’Ercole in Tebe di Giovanni Andrea Moniglia e Jacopo Melani, che ha celebrato la fine dei lavori al Teatro della Pergola di Firenze, aperto quattro anni prima, nel 1657.

La scoperta dello spartito originale è avvenuta grazie a un lavoro di ricerca durato più di un anno e che ha intrecciato diverse realtà della cultura, non solo del nostro Paese, coordinato da Samuele Lastrucci, insieme a Dimitri Betti, Giulio Geti, Umberto Cerini.

Questa squadra ha lavorato alla trascrizione, al confronto, all’analisi degli unici quattro testimoni oggi esistenti de L’Ercole in Tebe, quattro manoscritti di bellissima grafia, non autografi, ma di ottimi copisti, sparsi per il mondo. L’opera viene così riproposta oggi alla possibilità di essere eseguita nuovamente.
Leggi tutto

Pubblicato in Senza categoria

Il Teatro della Toscana a Peccioli per 11Lune

La donna volubile - Foto Filippo Manzini

La Lingua Italiana, i Giovani, la Nuova drammaturgia e i Classici: la Fondazione Teatro della Toscana propone a 11Lune a Peccioli due produzioni che affrontano un dialogo tra presente e passato, per comprendere meglio le nostre radici e poter lavorare sul futuro.

Venerdì 23 luglio, ore 21.30, all’Anfiteatro Fonte Mazzola, è in programma la prima nazionale di Tutto l’amore di cui siamo capaci di Michele Santeramo, con Lorenzo Gioielli e Greta Bendinelli, scene e costumi di Carlo De Marino, regia dello stesso Lorenzo Gioielli.

Venerdì 30 luglio, ore 21.30, sempre al Fonte Mazzola, in chiusura del festival, Marco Giorgetti dirige i giovani dell’Oltrarno, ne La donna volubile di Carlo Goldoni, in coproduzione con L’Oltrarno – Scuola di formazione del mestiere dell’attore diretta da Pierfrancesco Favino. Scene di Carlo De Marino, costumi e maschere di Elena Bianchini.

L’ingresso a entrambi gli spettacoli è gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.

Foto Filippo Manzini

Pubblicato in Senza categoria

“COSÌ È (O MI PARE)” IN ANTEPRIMA A FIRENZE

Così è (o mi pare) è una riscrittura per realtà virtuale di Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello, adattato e diretto da Elio Germano, anche interprete di Lamberto Laudisi.

È un progetto presentato da Fondazione Teatro della Toscana, Infinito Produzione Teatrale, Gold Productions, in anteprima a Firenze il 14 luglio a Villa Bardini per Cinema in villa e il 5 agosto alla Manifattura Tabacchi per (non solo) Cinema in Manifattura, in collaborazione con Fondazione Stensen.

Per il Teatro della Toscana le nuove tecnologie si configurano come campi di ricerca per affrontare i classici da un punto di vista differente. La grande opportunità è quella di creare progetti specifici fruibili in maniera non sostitutiva al teatro. Ovvero, creazioni che nascono dal teatro e che al teatro ritornano.

La sfida è sui contenuti e sui modi per realizzarli, come avviene in Così è (o mi pare), con un cast numeroso composto da attrici e attori di altissimo profilo: Gaetano Bruno, Serena Barone, Michele Sinisi, Natalia Magni, Caterina Biasiol, Daniele Parisi, Maria Sole Mansutti, Gioia Salvatori, Marco Ripoldi, Fabrizio Careddu, Davide Grillo, Bruno Valente, Lisio Castiglia, Luisa Bosi, Ivo Romagnoli e con la partecipazione di Isabella Ragonese e Pippo Di Marca; tecnici di assoluta qualità, e il contributo della progettualità della fiorentina Gold, pioniera del VR in Italia, che lavora con la tecnologia e gli strumenti VR più avanzati per assicurare avanguardia e innovazione.

Pubblicato in Senza categoria

ELENCO AMMESSI SELEZIONE BANDO “OFFICINA AMERICANA”

Bando Officina Americana - Immagine Walter Sardonini

Fondazione Teatro della Toscana in collaborazione con il Teatro La Comunità di Roma

I candidati ammessi alla selezione che avrà luogo presso il Teatro la Comunità di Roma, Via Zanazzo Giggi 1, nei giorni 15-16-17-18 luglio 2021, sono:

ACOSTA TOMAS
AMBROSINI ROSSELLA
AMBROSINO LUCA
ANDRONICO ROBERTA
ARENA DAVIDE
AVRAMO RICCARDO
AZZONI GIANFILIPPO
BARTOLI CECILIA
BUTLER RICHARD
CALANDRINI GIORGIA
CAMPAGNER ORESTE
CANGEMI IRENE
CARCASCI LORENZO
CARPICECI ANDREA
CASAGRANDE CONTE YURI
CASAMONTI MARIA
CASANO PIETRO
CASTAGNA GIORGIO
CASTAGNO ANASTASIA
CIANI IRENE
CIMAFONTE ELEONORA
COEN TIRELLI GIACOMO
CRISPINO MARIANTONIETTA
D’ALOIA GIULIA
D’IPPOLITO STEFANO
DI FALCO ANDREA
FACCHINI FABIO
FERRARA ANDREA
FILIBERTI ALESSIA
FIUMALBI ALICE
GARIVALIS ANDREAS
GENOVA ALFONSO
GUIDI MICHELE
INDIVERI DOMENICO
IWASA ALESSIO
JONA IRENE
LIMARDI ANNALISA
MARCHESINI LIA
MARTINELLI ILARIA
MASI CRISTIAN
MELE VERONICA
MENCI SOFIA
MIGLIORETTO ANTONELLA
MONNO ANDREA
MORUCCI NICOLA
MUMOLI FEDRICA
ORSINI BARONI ELENA
PACELLI ANDREA
PANNIA LAURA
PELUSO MARGHERITA
RIVOIRA EDOARDO
ROCCA AGOSTINO
ROSSI CATERINA
RUSSO PIERA
SANTI MARCO
SCONCI MASSIMO
SISTI REBECCA
TADDEI EMANUELE
TAMBURINI GIACOMO
TE’ MARCO
TERRANEGRA FRANCESCO
TEWELDE ARON

I selezionati saranno contattati telefonicamente o via mail per comunicare il giorno e l’orario di convocazione per la prova pratica.

Contatti

info@teatrolacomunità.com
Grazia Sgueglia
339.5898413

Pubblicato in Senza categoria

Dalla sartoria teatrale alla lavorazione del cuoio: Spazio NOTA apre la nuova stagione

alcuni momenti dei precedenti corsi a Spazio NOTA - Foto Stefano Casati

corsi formativi dedicati ai mestieri d’arte

Dalla sartoria teatrale alla lavorazione del cuoio, dalla modellistica alle pillole di tailor made, la nuova stagione autunnale a Spazio NOTA – Nuova Officina Toscana Artigianato (via dei Serragli 104 Firenze, 055.221908 – info@spazionota.it) propone un ampio calendario di offerte formative mirate alla promozione dei mestieri della moda, della sartoria e della lavorazione del cuoio. Le iniziative sono state promosse e realizzate con il contributo di Fondazione CR Firenze e in collaborazione con il suo soggetto strumentale Associazione OMA – Osservatorio dei Mestieri d’Arte, sostenuto assieme ad altre fondazioni omologhe, che gestisce lo spazio nel cuore dell’Oltrarno.

Il Laboratorio d’Arte del Teatro della Pergola proporrà due corsi dedicati alla sartoria teatrale e storicaCorsetteria Settecentesca. Sartoria teatrale all’epoca di Goldoni e Panier e sottostrutture. Moda femminile alla Corte di Versaillesfinalizzati a rilanciare i mestieri del teatro che sono stati gravemente colpiti dall’emergenza sanitaria. 

Leggi tutto

Pubblicato in Senza categoria

FESTIVALDERA 2021

Festivaldera 2021 - Foto Elektro Domestik - V. Marrucci

27 giugno / 12 luglio

Teatro Era di Pontedera
11Lune a Peccioli

Luca Zingaretti, Vittoria Puccini, Fabrizio Gifuni, Marco D’Amore, Toni Servillo, sono i protagonisti dal 27 giugno al 12 luglio del FestiValdera 2021, giunto alla III edizione, intitolato Poco più che persone a cui gli spettatori resteranno affezionati grazie al racconto di vicende che accomunano i sentimenti di chi racconta e di chi ascolta.

Come per le precedenti edizioni, il soggetto e la drammaturgia inedita sono di Michele Santeramo, autore di riferimento per le produzioni del CSRT, le musiche originali di Marco Zurzolo, la direzione artistica e regia di Marco D’Amore, noto per la fortunata serie TV Gomorra, ma soprattutto attore e regista talentuoso, raffinato e autentico.

Il FestiValdera è organizzato da Fondazione Peccioliper e Fondazione Teatro della Toscana, con il patrocinio dei Comuni di Peccioli e di Pontedera, realizzato con il sostegno di Belvedere spa e Fondazione Pisa, in scena al Teatro Era di Pontedera e all’interno del cartellone di 11Lune negli spazi dell’Anfiteatro Fonte Mazzola a Peccioli e all’Anfiteatro Triangolo Verde a Legoli.

Da giovedì 17 giugno sarà possibile acquistare i biglietti per gli spettacoli. Leggi tutto

Pubblicato in Senza categoria

ANTEPRIMA COSÌ È (O MI PARE)

Elio Germano | Così è (o mi pare)

Così è (o mi pare) è una riscrittura per realtà virtuale di Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello, adattato e diretto da Elio Germano, anche interprete di Lamberto Laudisi.

È un progetto presentato da Fondazione Teatro della Toscana, Infinito Produzioni Teatrali, Gold Productions, in programma in autunno all’interno della prossima stagione del Teatro della Toscana, la 2021/2022. Sono previste anteprime il 14 luglio a Villa Bardini e il 5 agosto alla Manifattura Tabacchi in collaborazione Fondazione Stensen e il 23/26 settembre a Romaeuropa Festival 2021.

Per la Fondazione le nuove tecnologie si configurano come campi di ricerca per affrontare i classici da un punto di vista differente. La grande opportunità è quella di creare progetti specifici fruibili in maniera non sostitutiva al teatro. Ovvero, creazioni che nascono dal teatro e che al teatro ritornano. Leggi tutto

Pubblicato in Senza categoria

UN NUOVO TEATRO

Un nuovo Teatro - Immagine Walter Sardonini

RIAPERTURA TEATRO DELLA TOSCANA

Teatro d’Arte, Teatro Pubblico, Teatro della Città, nella continua tensione ideale tra arte e società civile, tra attenzione rivolta all’uomo e riflessione sulla collettività: la Fondazione Teatro della Toscana riapre acquisendo appieno dopo la pandemia la consapevolezza dell’identità finora perseguita, cercata e voluta di Teatro della Città, delle Città in cui opera, di Casa degli artisti e di Casa dei sogni.

La Lingua Italiana, i Giovani, l’Europa, la Vecchia e Nuova drammaturgia, il Teatro civile e politico: dopo più di un anno di silenzio, il Teatro della Toscana si impegna a restituire al Teatro il suo ruolo di fattore attivo nella società, di motore della partecipazione critica agli eventi della società stessa. È questa una delle funzioni più alte e importanti del Teatro, che diviene testimone della storia e, attraverso la poesia, si assume un fondamentale impegno sociale.

Tutto questo con il costante sguardo alla nostra Storia, a chi in altri tempi, diversi, ma tanto simili agli attuali, ha avuto il coraggio di aprire nuove strade impensabili ai più, coloro che oggi sono i punti di riferimento imprescindibili per chi voglia davvero lavorare per consentire che un nuovo teatro si realizzi attraverso i giovani, con i giovani, per i giovani, solo a loro consegnando ogni possibile futuro.

Tale impegno unisce tutti gli artisti protagonisti della rinascita: Stefano Accorsi, anche Direttore Artistico, Piero Maccarinelli, Charles Chemin, il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards, i diplomati del Corso per Attori ‘Orazio Costa’ e de l’Oltrarno di Pierfrancesco Favino, con il costante mantenimento dei rapporti di partenariato con Parigi, Roma, Milano, Atene, Palermo, Los Angeles, Napoli, Trieste.

Sfoglia ora il volume digitale di Un nuovo Teatro

Leggi tutto

Pubblicato in Senza categoria

APERTURA BANDO “OFFICINA AMERICANA”

Bando Officina Americana - Immagine Walter Sardonini

Fondazione Teatro della Toscana
in collaborazione con il Teatro La Comunità di Roma

presenta

“OFFICINA AMERICANA”
Facoltà della ricerca teatrale

Primo modulo

La Fondazione Teatro della Toscana persegue l’obiettivo di mettere in relazione giovani attori con maestri che li aiutino ad affinare le arti apprese e a metterle in discussione.

Nell’ambito di una strutturata riflessione sul “nuovo attore” stimolata dalle mutazioni della società contemporanea, la Fondazione, nel quadro del rapporto di partenariato con il Teatro La Comunità di Roma, affida a Giancarlo Sepe e ai suoi collaboratori la prima Facoltà della Ricerca Teatrale, workshop pratico della durata di 200 ore, dal 1° al 30 ottobre 2021, strutturato secondo precise scansioni di tempi e contenuti, sottoposto ad una continua verifica critica da parte degli artisti che lo conducono, con lo scopo primario di mettere in condizione gli attori di rendere esplicito il proprio patrimonio artistico e soprattutto autoriale.

Scopri qui il bando

Pubblicato in Senza categoria