Ready-Globo-made ‘900. Frammenti da un “secolo interessante” – Atelier

atelier-palazzo-strozzi

Riposati durante l’estate? Messe via tutte le energie per l’anno venturo? Pronti a dissiparle in gran copia? A Firenze riparte il progetto Carissimi Padri… Almanacchi della “Grande Pace” (1900- 1915)! Un nuovo atelier, Ready-Globo-made ‘900. Frammenti da un “secolo interessante”, negli splendidi saloni di Palazzo Strozzi, a tu per tu con i capolavori della mostra Ai Weiwei Libero!

Insieme agli attori Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo e sotto la guida di Claudio Longhi, questa volta, dispersi fra le stanze di Palazzo Strozzi, daremo corpo e voce al frammentario e intricato filo che lega il trasognato «mondo di ieri» (il folle caravanserraglio che spensierato si gettò nel baratro della Grande Guerra) al non meno frastornato globo di oggi – di certo non indenne dal rischio di ripetersi in simili fatali follie. Saltellando tra Oriente e Occidente, un’ultima occasione per indagare assieme, con il gusto ironico e straniante del primo “teatro di varietà”, le assurdità di cent’anni addietro così come le pericolose contraddizioni del nostro, sempre più ristretto, globo attuale.

Siamo alla ricerca di 100 non professionisti, di ogni età e anche senza nessuna esperienza teatrale, che abbiano voglia di recitare insieme agli attori e al regista del progetto!

Leggi tutto

Pubblicato in tdt

AVVISO DON CHISCIOTTE

Il Teatro Eliseo e la Fondazione Teatro della Toscana comunicano che la produzione dell’atteso Don Chisciotte verrà rinviata. L’annunciato spettacolo teatrale prevedeva infatti anche la realizzazione di un progetto composito, strutturato su diversi livelli educativi, ricreativi e formativi in forte sinergia con il mondo della Scuola e delle Istituzioni Culturali.

Le motivazioni che hanno portato alla maturazione di questa decisione sono essenzialmente legate alla complessità dell’evento, che per essere realizzato al meglio, necessita di un maggior tempo di preparazione e maggiori risorse economiche, affinché il risultato finale possa ampiamente soddisfare le alte aspettative.

In sostituzione, abbiamo pensato di proporre al nostro pubblico un titolo emblematico di quella drammaturgia che suscita grande comicità con classe, attraverso un uso sapiente della macchina teatrale: L’anatra all’arancia opera dello scozzese Williams Douglas Home, poi adattata dal celebre autore teatrale francese Marc Gilbert Sauvajon, già grande successo al Teatro Eliseo nel 1973 in una storica edizione diretta e interpretata da Alberto Lionello in scena insieme a Valeria Valeri.

Ci auguriamo vivamente che il pubblico possa accogliere favorevolmente questa commedia senza tempo, che vede ora protagonisti Luca Barbareschi, in veste anche di regista, Chiara Noschese, Gianluca Gobbi, Ernesto Mahieux e la giovane Margherita Laterza.

Pubblicato in tdt

Workshop con Thomas Richards per Artisti Teatrali Italiani

workshop-workcenter

Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards

17/21 ottobre, 2016
dalle ore 10 alle 18
Oltrarno: Scuola di Formazione del Mestiere dell’Attore
Galleria Pio Fedi, Via Santa Maria, 27 – Firenze

Workshop con Thomas Richards per Artisti Teatrali Italiani, guidato da Workcenter of Jerzy Grotowski e Thomas Richards, punterà a dissotterrare le potenzialità creative di ogni partecipante attraverso un lavoro sulla relazione tra precisione e organicitàtradizione e lavoro individuale, concentrandosi inoltre su azione, movimentoritmocanto e sulla voce vivente.

Durante l’incontro di cinque giorni, destinato principalmente ad attori e registi italiani, i partecipanti entreranno in contatto con i principi essenziali della pratica del Workcenter.

Leggi tutto

Pubblicato in tdt

20 Set 2016 - 30 Ott 2016

Arnoldo Foà – una vita lunga un secolo

Firenze / Teatro della Pergola

La mostra Arnoldo Foà – una vita lunga un secolo è dedicata a uno dei più illustri e amati attori italiani del ‘900, che a Firenze ha iniziato e consacrato la sua vita artistica e di cui ricorre nel 2016 il centenario della nascita.

Un percorso che, attraverso scatti inediti provenienti dall’archivio privato di famiglia, ripercorre alcune delle tappe fondamentali della vita non solo artistica, ma anche privata. Ad accompagnare queste immagini un video grazie al quale lo spettatore, guidato dall’inconfondibile e indimenticabile voce del grande attore, è accompagnato in un viaggio alla scoperta di Dante, di cui Arnoldo Foà è stato uno dei più intensi lettori.

Durante il periodo della mostra, saranno inoltre realizzati una serie di eventi speciali e di incontri che daranno la possibilità al pubblico, compresi i più giovani, di approfondire la conoscenza della figura di questo artista poliedrico. Tra gli eventi, la proiezione del documentario inedito Almeno io Fo…à realizzato da Lorenzo Degl’Innocenti e Alan Bacchelli.

La mostra, fortemente voluta dalla famiglia Foà, è organizzata in collaborazione con Dalia EventsOnni ed Ex Novo.

Approfondimento

23 Set 2016 - 28 Set 2016

SOGNARE A TEATRO

Firenze / Teatro della Pergola

In Sognare a Teatro, da ‘una ricerca per lo spettatore’ di Roberto Bacci, a cura di Elisa Cuppini, il teatro si spoglia del proprio ruolo, perde la propria valenza spettacolare, il suo essere macchina per spettacoli, per diventare un luogo di condivisione, dove ospitare gli individui nella loro intimità.

12 spettatori a sera sono guidati, con la regola del silenzio, a ‘vedere’, ‘ascoltare’, ‘agire’ con se stessi dalla sera alla mattina, attraversando anche le normali ore di sonno. È un silenzioso viaggio dietro le quinte del teatro, dallo spettacolo al quotidiano, insieme ad altri pochi compagni.

Una produzione Fondazione Teatro della Toscana. 

Approfondimento

27 Set 2016

PIERO CALAMANDREI. LUI

Firenze / Teatro della Pergola

In occasione del 60° anniversario della scomparsa di Piero Calamandrei, la Commissione Cultura dell’Ordine degli Avvocati di Firenze ha ideato l’evento Piero Calamandrei. Lui, realizzato grazie alla collaborazione tra la Commissione Cultura dell’Ordine degli Avvocati di Firenze, la Biblioteca Archivio “Piero Calamandrei” di Montepulciano, la Fondazione Teatro della Toscana e l’Istituto Storico della Resistenza in Toscana. Hanno concesso il proprio patrocinio il Comune di Firenze e la Regione Toscana.

La manifestazione si terrà martedì 27 settembre 2016 nel Saloncino, nella Sala delle Colonne e nella Sala Oro (in cui sarà ospitata una mostra di dipinti e di documenti) del Teatro della Pergola, dalle ore 16.30 alle 19.00.

L’evento è costruito sull’idea di offrire un’immagine più intima di Piero Calamandrei: nello studio della via di Poveromo, un nonno racconta alla nipote (Silvia da piccola) alcuni episodi importanti della sua vita e non solo di quella pubblica. La bimba chiede al nonno Piero di raccontarle della guerra, della nascita di Franco (il papà di Silvia), della famiglia (i nonni Agostino e Giacomo, il papà e la mamma di Piero), della compagna di una vita, Ada, della sua attività di avvocato, della sua passione per la pittura e la musica.

Ingresso libero

Approfondimento

30 Set 2016

SE TU CI PENSI L’È ITALIANO!

Firenze / Pergola - Il Saloncino

Riflessione semiseria sulla lingua toscana

Lo spettacolo presenta scene da matrimoni di due epoche diverse, i primi ‘900 e gli anni ’60 per evidenziare quei mutamenti linguistici che seguono gli inesorabili cambiamenti di un mondo, quello contadino delle terre toscane.

Anna Meacci ci accompagna in questo cammino, una sorta di Virgilio contemporaneo per indirizzare il nostro sguardo sui particolari linguistici cari alla lingua di Chiti, autore teatrale che più di altri ha coniugato quel sostrato dialettale definito ‘fiorentino rustico’ a una personale libertà di invenzione di una lingua ‘altra’ per certi versi fantastica e poetica.

Approfondimento

4 Ott 2016 - 9 Ott 2016

CALDERÓN

Firenze / Teatro della Pergola

Federico Tiezzi e Sandro Lombardi firmano Calderón, la tragedia in versi scritta da Pier Paolo Pasolini nel 1967 e pubblicata nel 1973. Il poeta di Casarsa si ispira al capolavoro del grande tragediografo spagnolo del “Secolo d’oro” Pedro Calderón de la Barca (1600-1681), La vita è sogno. Non mutano i nomi dei personaggi centrali (Basilio, Sigismondo e Rosaura), mentre molto diverse sono situazione, trama, ambientazione.

Bloccati in una storia e in una società cui non vogliono appartenere, i protagonisti di Calderón vivono nello spazio doloroso fra la rabbia e la nostalgia, l’amore per il mondo e la rabbia verso gli adulti, i padroni della storia.

Una produzione Teatro di Roma – Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

9 Ott 2016, 13 Nov 2016, 18 Dic 2016

IN SUA MOVENZA È FERMO

Firenze / Teatro della Pergola

La visita spettacolo al Teatro della Pergola continua a svelare storia, personaggi e segreti del più antico teatro all’italiana.
In sua movenza è fermo è l’inedita formula di visita spettacolo che dopo tanti anni di repliche continua ad affascinare gli spettatori confermando l’ormai tradizionale appuntamento una domenica al mese con la storia della Pergola. Oltre diecimila presenze per quasi 250 repliche sono i numeri che hanno fino ad oggi premiato un progetto che è diventato un modello per molti altri spazi museali e luoghi storici segnati dalla cifra stilistica della Compagnia delle Seggiole che li racconta e li attraversa insieme ai protagonisti che ne hanno tracciato la storia.

Approfondimento

11 Ott 2016 - 14 Ott 2016

CANTICO DEI CANTICI

Firenze / Teatro della Pergola

Cantico dei Cantici è la nuova produzione della Compagnia Virgilio Sieni.

La coreografia si articola attraverso otto momenti in una proliferazione continua del gesto, che tende a creare uno spazio scheggiato dove la danza perduta di uomini e donne stravolge i corpi, che insieme tendono a costruire la fisicità di un luogo primordiale e primitivo.

Approfondimento

12 Ott 2016

Umberto Galimberti e Il Simposio di Platone

Firenze / Teatro della Pergola

Il Simposio di Platone è, tra i dialoghi del filosofo di Atene, il più vertiginoso perché mette in tensione l’ordine della ragione, che Platone ha inaugurato per l’intero Occidente, con l’abisso della follia che Platone definisce: ‟Più bella della saggezza d’origine umana”. Mediatore tra l’uno e l’altro mondo è Amore il cui compito è di tradurre e interpretare i messaggi della follia inaccessibili alla ragione e le parole della ragione incomprensibili alla follia.

Folle è il mondo degli dèi che, concedendosi a tutte le metamorfosi, non si attengono al principio di identità e di non contraddizione che sono i cardini della ragione. Del resto già Eraclito aveva detto che: ‟Il dio è giorno e notte, inverno e estate, guerra e pace, sazietà e fame, e si mescola a tutte le cose assumendo di volta in volta il loro aroma”, mentre ‟l’uomo ritiene giusta una cosa e ingiusta l’altra”, in una parola non mescola, come invece fa il dio, tutte le cose, ma istituisce quelle identità e differenze che, tra loro disgiunte e connesse, istituiscono l’ordine della ragione che è prerogativa dell’uomo e non del dio.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria online

Approfondimento

12 Ott 2016 - 2 Nov 2016

L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA

Firenze / Teatro Niccolini

…e non solo

L’uomo dal fiore in bocca di Pirandello è la scena maestra dell’incomunicabilità, della solitudine che si aggrappa alla banalità dei particolari più piccoli e insignificanti del quotidiano per cercare di rintracciare una superiorità della vita sulla morte.

Gabriele Lavia con Michele Demaria e Barbara Alesse prova a trattenerla un altro po’, prima della fine.

Dopo Sei personaggi in cerca d’autore, passando per Vita di Galileo di Brecht, Lavia torna al drammaturgo agrigentino che più di ogni altro ha segnato la cultura, e di conseguenza il teatro, del nostro tempo. Il denominatore comune è l’uomo, consapevole del proprio genio, ma anche delle proprie paure e del bisogno di esorcizzarle dietro una qualche forma di maschera, imposta dagli altri e infine accettata, per quieto sopravvivere. Tra l’essere e l’apparire.

Una produzione Fondazione Teatro della Toscana e Teatro Stabile di Genova.

Approfondimento

12 - 14 Ott 2016, 20 - 22 Ott 2016, 18 - 20 Nov 2016, 15 - 17 Dic 2016

I racconti del Terrore

Firenze / Teatro della Pergola

12/13/14 ottobre e 18/19/20 novembre | I° serie
20/21/22 ottobre e 15/16/17 dicembre | II° serie

Nella parte più nascosta e notturna della Pergola rivivono le ossessioni, i tormenti e gli incubi dell’animo umano. I racconti del terrore – mezzanotte a teatro con Edgar Allan Poe è il nuovo spettacolo itinerante proposto con la Compagnia delle Seggiole nelle ‘segrete’ che creano la bellezza sulla scena del massimo teatro fiorentino. Guida del percorso Poe e tutti i pensieri che stanno tra il sonno e la veglia, tra la vita e la morte, tra la realtà e la fantasia. Sei racconti da brivido del principe della letteratura dell’orrore e del giallo poliziesco che indagano le pieghe più nascoste e gli incubi dell’uomo, tematiche poi affrontate dall’indagine psicologica moderna. Un viaggio affascinante nei meandri del teatro e del mistero.

L’accesso può essere difficoltoso per i non deambulanti

Approfondimento

18 Ott 2016 - 23 Ott 2016

QUESTI FANTASMI!

Firenze / Teatro della Pergola

Una grande eredità teatrale intatta nel tempo: dopo l’applaudito Non ti pago, Gianfelice Imparato, insieme a Carolina Rosi e alla Compagnia di Teatro di Luca De Filippo, affronta uno dei testi cardine di Eduardo, Questi fantasmi!

Marco Tullio Giordana firma la regia di una storia a tratti farsesca, che racconta la necessità di essere ciechi, di credere senza riserve a una realtà inverosimile, per tutelare se stessi e un ideale di famiglia minato al suo interno.

Una produzione Compagnia di Teatro di Luca De Filippo.

Approfondimento

27 Ott 2016 - 30 Ott 2016

BABELE

Firenze / Pergola - Il Saloncino

PRIMA NAZIONALE

Babele è la nuova produzione della Fondazione Teatro della Toscana con l’ideazione e la coreografia di Virgilio Sieni.

Approfondimento

29 Ott 2016 - 6 Nov 2016

TEATRO DEL PORTO

Firenze / Teatro della Pergola

Versi, prosa e musica di Raffaele Viviani

PRIMA NAZIONALE

Dopo il successo di Viviani Varietà, Massimo Ranieri e Maurizio Scaparro affrontano ancora una volta il grande drammaturgo Raffaele Viviani con Teatro del Porto.

Una produzione Compagnia Gli Ipocriti.

Approfondimento

4 Nov 2016 - 5 Nov 2016

SOTTO UNA GRAN PIOVA D’ACQUA…

Firenze / Teatro Niccolini

PRIMA NAZIONALE

L’Alluvione nei ricordi di Piero Bargellini (l’allora sindaco di Firenze), Enrico Mattei (direttore de ‘La Nazione’) e attraverso il diario mimino di un sedicenne dell’epoca (Massimo Sandrelli).

Una testimonianza e un monito per i meno giovani e per tutti coloro che non vissero direttamente quei giorni.

Ingresso libero

Approfondimento

8 Nov 2016 - 13 Nov 2016

EDIPO

Firenze / Teatro della Pergola

Edipo Re – Edipo a Colono

PRIMA NAZIONALE

A distanza di vent’anni la Compagnia Glauco Mauri Roberto Sturno ritorna a mettere in scena i due capolavori di Sofocle, per analizzare più compiutamente il mito immortale di Edipo, affidando la regia a due diversi registi: Glauco Mauri, per Edipo a Colono, e Andrea Baracco per Edipo Re.

Due registi, due generazioni a confronto, esempio di collaborazione e di continuità, oltre che condizione indispensabile per il futuro del teatro.

Una produzione Compagnia Mauri Sturno – Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

11 - 13 Nov 2016, 15 - 16 Nov 2016

FINCOSTASSÙ

Firenze / Teatro Niccolini

PRIMA NAZIONALE

A 50 anni dal ’66, il giornalista e drammaturgo Alberto Severi riflette sull’alluvione che arrivò Fincostassù, al massimo di 13 metri sul livello stradale di Firenze.

Una sorta di spartito a più voci per attore solo, trascinato a testimoniare le varie fasi della catastrofe, assumendo di volta in volta l’identità di traghettatore beone o di sommesso eroe dell’acquedotto, di acida bottegaia o di cacciatore spaccone, di pittore dongiovanni o di pretino di curia, di rigattiere filosofo o di ciarliera moglie dell’orefice di Ponte Vecchio.

Una produzione Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

17 Nov 2016

OLTRE GLI ARGINI

Firenze / Teatro Niccolini

Firenze, 4 novembre 1966

Da quando il mondo è mondo l’alluvione, o diluvio che dir si voglia, è simbolo della fine e dell’inizio della vita. Le alluvioni ci sono sempre state e purtroppo ci saranno sempre. Anche l’Arno tracima i suoi argini una volta ogni cento anni dalla notte dei tempi, il fiume è la base della cultura e della storia della città, l’ha aiutata a crescere, l’ha invasa e distrutta, passa silenzioso sotto le gambe larghe dei ponti come un testimone discreto.

Il sarcasmo fiorentino, di cui l’autrice, Paola Presciuttini, e l’interprete, Gionni Voltan, sono rappresentanti per ragioni di ‘nascita, di cultura e di scelta’, quello stesso spirito che ha permesso alla città di non soccombere al disastro, è l’imbarcazione con la quale Oltre gli argini, regia di Mario Mattia Giorgetti, naviga sulle onde limacciose di una storia che non verrà mai raccontata abbastanza.

Una produzione C.A.M.A.

Approfondimento

18 Nov 2016 - 27 Nov 2016

L’ANATRA ALL’ARANCIA

Firenze / Teatro della Pergola

PRIMA NAZIONALE

L’anatra all’arancia è uno spettacolo ‘cult’ del teatro comico, un titolo emblematico di quella drammaturgia che suscita l’ilarità con classe e attraverso un uso sapiente e sottile della macchina teatrale. La commedia, scritta nei primi anni Settanta, è opera dello scozzese Williams Douglas Home, poi adattata dal celebre autore teatrale francese Marc Gilbert Sauvajon. Del 1973 è un’edizione rimasta storica, diretta e interpretata da Alberto Lionello al cui fianco recitava Valeria Valeri.

Celebre è anche la versione cinematografica che contava su Ugo Tognazzi e Monica Vitti nei panni della coppia protagonista con la regia di Luciano Salce.

La pièce viene proposta in questa stagione in una esilarante edizione, impreziosita da un cast di soli primi nomi: Luca Barbareschi – che firmerà anche la regia – Chiara Noschese, Gianluca Gobbi, Ernesto Mahieux e Margherita Laterza che animeranno l’ingranaggio della commedia sostenendo il ritmo e la vorticosa energia dello spettacolo con la precisione di una partitura musicale.

Approfondimento

20 Nov 2016, 11 Dic 2016, 15 Gen 2017

LEZIONI DI STORIA | SPECIALE

Firenze / Teatro della Pergola

Rigore scientifico e capacità di comunicare, appassionare, incuriosire: i migliori storici salgono sul palcoscenico per parlare al grande pubblico. Questa la formula che ha decretato il successo delle Lezioni di Storia. Non era mai accaduto che migliaia di persone si mettessero in coda impazientemente.

Le Lezioni di Storia sono partite da Roma per approdare a Milano, Torino, Genova, Firenze, Trento, Rovereto, Trieste e anche Londra e Dublino. Grazie alla collaborazione tra gli Editori Laterza e il Teatro della Pergola tornano ora a Firenze.

Dall’Impero romano ai nostri anni, portati per mano attraverso i secoli, in tanti hanno scoperto perché un episodio anche lontano nel tempo possa spiegare il nostro presente e dia risposte al bisogno di memoria.

Incantato da un linguaggio chiaro e avvincente, in luoghi sempre speciali, il pubblico ha avuto la possibilità di ascoltare il racconto delle vicende delle nostre città, dei grandi avvenimenti contemporanei dell’Italia e del mondo, degli eventi che hanno impresso svolte radicali, dei personaggi che sono stati protagonisti della Grande Storia.

Programma

Domenica 20 novembre 2016 – ore 11.00
Alessandro Barbero – Il linguaggio del Papa

Domenica 11 dicembre – ore 11.00
Franco Cardini – Islam e Occidente ieri e oggi

Domenica 15 gennaio 2017 – ore 11.00
Emilio Gentile – Il capo e la folla. La genesi della democrazia recitativa

Approfondimento

24 Nov 2016 - 25 Nov 2016

Edward Gordon Craig

Firenze / Teatro della Pergola

Convegno internazionale di studi a cura dell’Università degli Studi di Firenze

Il 29 luglio 2016 cade il cinquantesimo anniversario della morte di Edward Gordon Craig, il Profeta del Nuovo Teatro, il Padre Fondatore della scena del Novecento, il creatore della figura del regista, il geniale attore, scenografo, pittore, regista, scrittore e teorico, che visse a Firenze dal 1906 al 1914.

La città fu per Craig fonte di ispirazione e luogo ideale, dove elaborò e pubblicò le sue opere più importanti: nel 1906, grazie all’intermediazione di Isadora Duncan, creò per Eleonora Duse le scene per la prima al Teatro della Pergola di Rosmersholm di Henrik Ibsen.

Approfondimento

29 Nov 2016 - 4 Dic 2016

BISBETICA

Firenze / Teatro della Pergola

La bisbetica domata di William Shakespeare messa alla prova

Un classico senza tempo, travolgente e colorata da elementi popolari ed echi da commedia dell’arte. Cristina Pezzoli dirige Nancy Brilli nella Bisbetica dove, attraverso il gioco metateatrale, si sostituisce allo Sly di Shakespeare tutta la compagnia, facendola diventare il gruppo di attori che metterà in scena La Bisbetica domata.

Tutta la vicenda è arricchita da una verve comica che guida in modo parallelo i destini degli attori e dei personaggi della commedia. Una commedia nella commedia divertente, ricca di colpi di scena e che fa riflettere sui rapporti uomo-donna, con gioia, ironia e stupore.

Una produzione La Pirandelliana.

Approfondimento

1 Dic 2016 - 11 Dic 2016

I PUGNI RICOLMI D’ORO

Firenze / Teatro Niccolini

Dopo l’“introibo fiorentino” di febbraio 2016, ritorna al Teatro Niccolini il progetto Carissimi Padri… Almanacchi della Grande Pace (1900-1915), progetto annuale dedicato all’esplorazione, condivisa con la città di Firenze, delle ragioni (o piuttosto delle follie) che un secolo fa condussero l’Europa nel gorgo autodistruttivo della Grande Guerra. Nuova tappa la mise en espace I pugni ricolmi d’oro ovvero come un ricco suddito resta sempre un suddito, una fantasmagoria da Heinrich e Thomas Mann in salsa brechtiana.

Una produzione Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

6 Dic 2016 - 11 Dic 2016

IL MALATO IMMAGINARIO

Firenze / Teatro della Pergola

Andrée Ruth Shammah torna al suo Il malato immaginario “senza tempo e di tutti i tempi”, costruito su un gioco teatrale che intreccia angoscia esistenziale, divertimento e satira delle nevrosi del nostro tempo.

Oggi, nel ruolo di Argan, un attore al culmine della sua maturità artistica: Gioele Dix, che con la sua intelligente ironia affronta la sfida di un confronto con l’indimenticato Franco Parenti. Accanto a lui Anna Della Rosa nei panni della dolce serva Tonina.

Una produzione Teatro Franco Parenti.

Approfondimento

13 Dic 2016 - 22 Dic 2016

FILUMENA MARTURANO

Firenze / Teatro della Pergola

Nella figura di Filumena Marturano, che rifiuta di rivelare all’amante quale dei tre figli da lei messi al mondo sia suo, De Filippo dichiarava di aver inteso rappresentare un’allegoria dell’Italia lacerata e in larga misura depauperata anche moralmente, e prefigurarne la dignità e la volontà di riscatto.

Liliana Cavani dirige Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses nel dramma che ha un ruolo centrale nella produzione eduardiana, collocandosi tra i primi testi di quella ‘Cantata dei giorni dispari’ che raccoglie le opere più complesse e problematiche in cui si riversano i drammi, le ansie e le speranze di un Paese e di un popolo sconvolti dalla guerra

Una produzione Gitiesse Artisti Riuniti.

Approfondimento

13 Dic 2016 - 18 Dic 2016

MADAME BOVARY

Firenze / Teatro Niccolini

Oltraggio alla morale. Appena pubblicato, il romanzo Madame Bovary viene subito messo sotto inchiesta. Troppo reale, quasi tangibile, l’adulterio raccontato da Flaubert; troppo vero il suo personaggio di giovane donna di provincia accerchiato dalla noia.

Sulle orme della madre, Monica Guerritore, Lucia Lavia interpreta Emma Bovary nella versione teatrale originale di Letizia Russo, per la regia di Andrea Baracco. Lino Musella è il marito di Emma, Charles Bovary.

Costretta tra le insoddisfazioni, la donna si macera in un’esistenza senza sussulti, vuota perfino di linguaggi. Come nel romanzo, le parole sono più efficaci nel mascherare che nel trasmettere la verità: a Madame Bovary non resta che intrecciare un tessuto di bugie con cui ripararsi, come può, dal male di vivere.

Una produzione KHORA.teatro.

Approfondimento

20 Dic 2016 - 22 Dic 2016

Le magiche avventure di Peter Pan

Firenze / Teatro Niccolini

Le magiche avventure di Peter Pan, che Manuele Morgese ha tratto dal celebre romanzo di James Matthew Barrie, è un volo tra fantasia e giocoleria, tra realtà e finzione, tra musica e danza, dove i piccoli spettatori sono protagonisti di un’avventura unica e di crescita con i loro coetanei e con gli attori protagonisti dello spettacolo.

Una produzione TEATROZETA/Zeta Young Company.

Approfondimento

21 - 23 Dic 2016, 6 - 8 Gen 2017

Il primo concerto dell’orsetto Paddington

Firenze / Teatro della Pergola

Una festa della musica, uno spettacolo per giovanissimi interpretato dai loro coetanei.

Il Primo Concerto dell’orsetto Paddington di Herbert Chappell è infatti suonato dai musicisti dell’Orchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole, guidati dal loro docente-direttore Edoardo Rosadini. La fiaba intorno alle avventure dell’omonimo orsetto Paddington ha la voce di Lorenzo Macrì, da molti anni impegnato in un’intensa attività teatrale e di doppiaggio.

Una produzione Fondazione Teatro della Toscana – Scuola di Musica di Fiesole.

Approfondimento

3 Ott 2016

ANIMALI DA BARTeatro Comunale Filodrammatici, Piacenza

Teatro Comunale Filodrammatici, Piacenza

VINCITORE PREMIO HYSTRIO TWISTER 2016

C’era una volta una metropoli. Dentro la metropoli, un quartiere. Dentro al quartiere, il bar. Qui Carrozzeria Orfeo continua a scandagliare i paradossi e le ipocrisie del nostro tempo con Animali da bar, Premio Hystrio Twister 2016, organizzato dalla rivista Hystrio.

In scena, con un linguaggio schietto e cinico, le contraddizioni della vita quotidiana: seduti al bancone di un bar, sei animali notturni, illusi e perdenti, provano a combattere, nonostante tutto, aggrappati ai loro piccoli squallidi sogni, a una speranza che resiste troppo a lungo.

Una produzione Fondazione Teatro della Toscana, in collaborazione con Festival Internazionale di Andria | Castel dei Mondi.

Approfondimento

4 Ott 2016 - 8 Ott 2016

LEAR

Pontedera, Teatro Era

Dopo lo strepitoso successo di pubblico e critica nella scorsa stagione torna Lear, liberamente ispirato a William Shakespeare, regia di Roberto Bacci e drammaturgia di Stefano Geraci e dello stesso Bacci.

Che cosa diventa il regno del nostro quotidiano quando il Re che siamo lo abbandona?
Che cosa accade nel regno delle nostre certezze quando il castello, costruito e difeso per tanti anni, crolla sui nostri piedi?

Nella messa in scena di Roberto Bacci, Lear è una donna, interpretato da Silvia Pasello. Non è un uomo o una donna, è semplicemente un essere umano. Un’opera complessa, gigantesca metafora della condizione umana, che mette in scena su di un palcoscenico attraversato da 7 sipari un re che muore poco dopo aver scelto finalmente di vivere.

Una produzione Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

20 Ott 2016 - 22 Ott 2016

LA PROSSIMA STAGIONE Spettacolo da leggere

Pontedera, Teatro Era

La prossima stagione è un monologo di e con Michele Santeramo che sul palco è accompagnato dalle immagini di Cristina Gardumi, che accompagnano la partitura del testo. Le immagini rivestono il ruolo fondamentale di mostrare la fisicità dei protagonisti, in uno spettacolo ‘da leggere’ in cui non ci sono attori ma solo personaggi che dialogano attraverso la voce di un unico narratore.
Una produzione Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

21 Ott 2016 - 22 Ott 2016

LEAR – Theatre Olympics Wroclaw

Wroclaw, The Grotowski Institute

Dopo lo strepitoso successo di pubblico e critica nella scorsa stagione torna Lear, liberamente ispirato a William Shakespeare, regia di Roberto Bacci e drammaturgia di Stefano Geraci e dello stesso Bacci.

Che cosa diventa il regno del nostro quotidiano quando il Re che siamo lo abbandona?
Che cosa accade nel regno delle nostre certezze quando il castello, costruito e difeso per tanti anni, crolla sui nostri piedi?

Nella messa in scena di Roberto Bacci, Lear è una donna, interpretato da Silvia Pasello. Non è un uomo o una donna, è semplicemente un essere umano. Un’opera complessa, gigantesca metafora della condizione umana, che mette in scena su di un palcoscenico attraversato da 7 sipari un re che muore poco dopo aver scelto finalmente di vivere.

Una produzione Fondazione Teatro della Toscana.

Approfondimento

7 Ott 2016 - 8 Ott 2016

MACBETH

Scandicci / Teatro Studio Mila Pieralli

essere (e) tempo

PRIMA NAZIONALE

Dopo una lunga permanenza nella classicità e un anno pasoliniano, la compagnia Archivio Zeta si misura con il suo primo Shakespeare, grazie alla sinergia creata dalla co-produzione con Elsinor Centro di Produzione Teatrale, che nel suo percorso ha più volte incontrato le opere del Bardo.

Gianluca Guidotti e Enrica Sangiovanni hanno deciso di lavorare sull’impronunciabile dramma scozzese perché, oltre a essere azione tragica e criminale che ha legami profondi con le vicende di Oreste ed Edipo, questo copione è fonte inesauribile di riflessioni filosofiche e politiche.

Approfondimento

26 Ott 2016 - 3 Nov 2016

IL SOGNO DI ALICE

Scandicci / Teatro Studio Mila Pieralli

Uno spettacolo con sonno e risveglio per 18 bambini dai 6 ai 10 anni

Il sogno di Alice è uno spettacolo con sonno e risveglio, ideato per 18 bambini dai 6 ai 10 anni. Il progetto, liberamente tratto da Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll, è nato dal desiderio di vivere un’esperienza in teatro che potesse modificare, arricchire e stravolgere l’abituale rapporto tra spettatore e spettacolo.

Una produzione Fondazione Teatro della Toscana. 

Approfondimento

Estate all’Acciaiolo

acciaiolo

Estate al Bargello

bargello

Teatro Studio

Banner-Teatro-Studio

Via Gaetano Donizetti, 58
Scandicci (FI)
Tel. 055.7351023
Dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 alle ore 18.00
teatrostudio@teatrodellatoscana.it

Biglietteria di prevendita
Teatro della Pergola | Via della Pergola, 30 – Firenze
Da lunedì a sabato dalle 9.30 alle 18.30. Domenica riposo.
Tel. 055.0763333
biglietteria@teatrodellapergola.com

Il Saloncino

Come arrivare

Parco Jerzy Grotowski – Via indipendenza 56025 – Pontedera (PI)
tel. +39 0587 55720/57034 – fax +39 0587 213631
info@centroperlaricercateatrale.it

IN TRENO
Linea FIRENZE PISA.
Fermata PONTEDERA – CASCIANA TERME.
Dalla STAZIONE al TEATRO ERA: Bus CPT LINEA 1
Dal TEATRO ERA alla STAZIONE: BUS CPT LINEA 3

IN AUTO
Da Pisa e da Firenze
Prendere la S.G.C. FI-PI-LI.
Uscire a PONTEDERA (attenzione non uscire a PONTEDERA PONSACCO).
Alla rotatoria prendere la 1° uscita, continuare su Viale Asia, alla rotatoria seguente prendere la 3° uscita e proseguire su Via Tosco Romagnola per 700m circa, quindi svoltare a sinistra in via del Gelso (il TEATRO ERA è alla destra del Centro Commerciale PANORAMA).

Come arrivare

Il teatro può essere raggiunto:
IN AUTOBUS: linee 14 e 23 (fermata S.Egidio), linea 6 (fermata Colonna), e tutte le altre linee che transitano da Piazza S.Marco (circa 5 minuti a piedi dal Teatro)
IN TAXI: il nostro personale vi aiuterà nel reperimento di una vettura al termine delle rappresentazioni.
IN AUTO: suggeriamo di utilizzare i parcheggi Ghiberti e Beccaria, che distano circa 10 min. a piedi dal Teatro. Consigliamo di non cercare di stazionare con l’auto nel perimetro ZTL in quanto la sosta è vietata praticamente ovunque.
IN MOTO O SCOOTER: disponibili parcheggi in via S.Egidio e via Bufalini.

via della Pergola 12/32 – 50121 Firenze
Centralino +39 055.22641 – Biglietteria +39 055.0763333
biglietteria@teatrodellapergola.com

Teatro della Toscana

tdtoscana

Benvenuti nel sito Teatro della Toscana.

Pergola Card

Pergola Card è la “chiave” che apre tutte le porte del teatro senza fatica. Dotata di codice a barre, può essere caricata con denaro o biglietti di spettacoli della stagione 2015/2016. È ideale per chi vuol fare un regalo, ma anche per l’abbonato che non desidera portare con sé tanti biglietti. Può essere ricaricata un numero infinito di volte e, una volta esaurito il primo credito, dà diritto allo sconto del 10% su tutti gli acquisti successivi, oltre ad una serie di altre promozioni speciali.

Teatro Era

era

teatro-era

A partire dalla seconda metà degli anni Settanta, Pontedera, cittadina in provincia di Pisa, è divenuta una di quelle paradossali capitali del teatro che punteggiano il secondo Novecento, situate in periferia eppure centrali. Una storia che nasce da un piccolo gruppo di dilettanti ispirati dal Living Theatre di Julian Beck e Judith Malina.
Un teatro dapprincipio necessario a pochi, fatto in casa, povero e megalomane, ma pensato in grande; isolato, all’inizio, nella sua stessa città, ma intraprendente per i legami con teatri lontani (primo fra tutti l’Odin Teatret di Eugenio Barba e successivamente il Teatr Laboratorium di Jerzy Grotowski).

Teatro della Pergola

pergola

Il Teatro della Pergola si trova nel cuore del centro storico di Firenze, a due passi da piazza del Duomo.
In occasione degli spettacoli della stagione di prosa nei giorni feriali (da martedì a sabato) è disponibile un servizio gratuito di parcheggio e navetta andata e ritorno nel viale Segni: si può lasciare l’auto, raggiungere il teatro col minibus e tornare una volta finito lo spettacolo. Dopo il termine della rappresentazione il minibus circolerà fino ad esaurimento degli spettatori in attesa.

teatro-pergola